Da un’oca ad una gamba finta…i dieci ritrovamenti


Come una vecchia soffitta, gli aeroporti spesso nascondono oggetti impensabili. C’è veramente di tutto nella lista dei 10 oggetti più strani smarriti – volontariamente o meno – negli scali di tutto il mondo stilata da “flightright”

(continua dopo la foto)







Si parte con una bambina, eh già, proprio come il Kevin McCallister di “mamma ho perso l’aereo”, lasciata dai genitori in un punto ristoro mentre attendevano un volo per Parigi. Si passa poi ad un’oca impagliata, probabilmente come segno augurale. Da non sottovalutare un pannello di controllo missilistico ed un’armatura che ancora aspetta di essere ritirata, forse dalla stessa persona che ha lasciato incustodita la protesi della sua gamba. Non mancano animali e preziosi. Nel primo caso un intero container con ben 1600 animali tra lucertole e anfibi. Nel secondo uno smeraldo da 40.95 carati e un diamante da 5.8 avvolto in un calzino e ben 500 sterline nascoste nella testa di una bambola. Nella classifica flightright inserisce a pieno titolo anche Heather Cho, ex dirigente della Korean Airlines, finita sui giornali per aver “perso” il senno in aeroporto costringendo un aereo a tornare al gate per far scendere uno steward che le aveva servito male le noccioline.

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it