Spiedini al sesamo buoni e sfiziosi, soprattutto per chi ha intolleranze al glutine e al lattosio. Come prepararli in un modo facile e veloce? Così…


 

Oggi vi proponiamo una ricetta buonissima che abbiamo pescato da “IL GRANDE LIBRO DELLE RICETTE SENZA LATTOSIO E PROTEINE DEL LATTE” perché ultimamente questo è un problema che riguarda una bella fetta della popolazione. Il libro, quindi, ci sentiamo di consigliarlo a tutti coloro che hanno queste intolleranze. Il piatto di oggi è: SPIEDINI AL SESAMO. Partiamo subito col vedere quali sono gli ingredienti necessari. Precisiamo che, naturalmente, sono tutti ingredienti senza glutine (per 4 persone): – 1 petto di tacchino – 1 fetta di pancetta – 2 uova – sesamo – sale – curry – olio extra vergine d’oliva – bastoncini di legno. Una volta fatta la lista della spesa, andiamo a vedere il procedimento. Preparazione: Tagliare il peto di tacchino a dadini piccoli e metterlo in una terrina piena di acqua salata per 10 minuti. Poi… (Continua a leggere dopo la foto)



Tagliare a dadini anche la pancetta fresca, quindi preparate degli spiedini alternando la pancetta al tacchino. Preparate un piatto con qualche cucchiaio di semi di sesamo, mettete sul fuoco una bistecchiera e cospargetela con sale fino. Sbattete le uova in una ciotola abbastanza larga da farci entrare uno spiedino per la lunghezza, aggiungete un pizzico di sale e un’abbondante spolverata di curry, immergete ogni spiedino nell’uovo, quindi fatelo rotolare nel sesamo in modo che si attacchi bene su ogni lato. Infine mettete gli spiedini sulla bistecchiera e cuoceteli a fuoco alto per 15 minuti. Serviteli caldi con un filo d’olio. (Continua a leggere dopo le foto)



 

IL GRANDE LIBRO DELLE RICETTE SENZA LATTOSIO E PROTEINE DEL LATTE di Marica Moda: Quando si scopre di essere allergici o intolleranti al lattosio e alle proteine del latte, la prima domanda che ci si fa è: “E adesso cosa mangio?”. Perché moltissimi alimenti contengono latte, lattosio, siero di latte, latte in polvere o derivati, sia come ingredienti effettivi che come conservanti naturali. Ci si sente così di fronte a una scelta comunque svantaggiosa: mettere in pericolo la salute o cambiare radicalmente in peggio la qualità della vita. In realtà, una situazione che all’inizio può mettere in grave difficoltà può trasformarsi in un’occasione per rinnovare la propria idea di cucina e per acquisire maggiore consapevolezza riguardo agli ingredienti che utilizziamo ogni giorno.

Puoi acquistare questo libro con uno sconto del 15% su TaBook CLICCANDO QUI!

 

Ti potrebbe interessare anche: Minicroissant ripieni di carciofi: impossibile resistere. Stupite i vostri ospiti con questa delizia. Sono facilissimi da preparare e la riuscita è ottima