Dalla Sicilia con furore, pasta al pesto trapanese: per un primo molto più che gustoso


 

Gli spaghetti con il pesto alla trapanese sono un primo piatto condito con una variante del pesto genovese che fa parte della tradizione della cucina siciliana. A differenza di quello ligure, il pesto alla trapanese si realizza con pomodori, mandorle e un grande quantitativo di aglio. Proprio per questo motivo si chiama anche pesto cull’agghia. Vediamo come realizzare questo delizioso piatto.

(Continua a leggere dopo la foto)



Aglio rosso 1 spicchio

Pepe nero q.b.

Mandorle 50 g

Pomodori maturi 250 g

Basilico in foglie 50 g

Pecorino grattugiato 1 cucchiaio

Olio di oliva 

 

Sale q.b.

Tre patate

Mettete sul fuoco una pentola capiente piena d’acqua, lavate i pomodori e praticate un taglio a croce all’estremità di ogni pomodoro. Quando l’acqua inizia a sobbollire scottate i pomodori per 2 -3 minuti, poi spellateli e tagliateli a cubetti. In un mixer mettete  i pomodori, il basilico lavato e asciugato, le mandorle, l’aglio, il formaggio, un filo d’olio e frullate per un paio di minuti. Aggiustate di sale e pepe, aggiungete un paio di cucchiai di olio e mettete il pesto in una pirofila dove condirete la pasta. Sbucciate le patate, tagliatele a cubetti piccoli, friggetele e tenetele da parte Cuocete la pasta e versatela nella ciotola con il pesto. Guarnite con un po’ di basilico fresco, formaggio e con le patate fritte.

 

Potrebbe anche interessarti: L’acqua della pasta ti fa bella (più della beauty-farm): 5 modi utili per usarla