Quando il Natale porta la depressione: sintomi e rimedi contro il “Christmas Blues”


La mamma isterica che si preoccupa di cosa preparare a cena (anguilla o salmone?); i regali che non hai più manco un’idea e finiranno per essere acquistati il 24 alle 18, no, non sei l’unica che a Natale non è così felice come dovrebbe. Che dici? Sei proprio depressa? Allora ti ha colpito il Christmas blues, quella sorta di depressione provocata dalle feste. I sintomi? Mal di testa, mancanza di  appetito, sensi di colpa, diminuzione della capacità di divertirsi, difficoltà di godere dell’affetto di chi si ha vicino, stanchezza perenne ma difficoltà a riposare. Parola di psicologi. Perché succede? Per colpa del carico di obblighi, doveri e impegni, per il cambiamento della routine, per le troppe spese che si sostengono, per i parenti con i quali non tutti hanno rapporti sereni.  Ma sopravvivere al Natale, pure col Christmas blues, si può. Così.

(Continua a leggere dopo la foto)



1. Non farti una colpa per il tuo stato d’animo e non dare troppa importanza all’inquietudine. Non sei malato.

2. Minimizza le aspettative e pensa al Natale come a una festa normale e non come una scadenza in cui si è tenuti a essere felici a ogni costo.

3. Non formulare propositi di grandi cambiamenti di vita; non demonizzarti se il tuo capodanno non sarà in un’isola esotica ma a una festa dai vicini.

4. Salta almeno un appuntamento obbligatorio tra auguri e brindisi, la tua salute mentale è più importante. Inoltre evita di vedere le persone che non ti sono simpatiche. 

5. Spegni la televisione, è troppo piena di inutile buonismo che non farà che peggiorare la tua condizione.  

6. Distenditi dedicandoti al riciclaggio dei regali più brutti e inutili dello scorso anno. Liberarsi dagli impicci genera enormi soddisfazioni. 

 

Leggi anche: 8 strategie di sopravvivenza per non impazzire a Natale

Andare al supermercato sotto Natale? Mica è sempre un incubo.. Qualche volta è meraviglioso…