Sei la sua trombamica (e l’amore tra voi è super)? Allora questa notizia ti rovinerà la giornata


 

Hai mai avuto un amico di letto, cioè un trombamico? Probabilmente, per un periodo di tempo più o meno breve, sarà capitato anche a te di ritrovarti a fare sesso con un tuo amico. E non una sola volta, tante volte. Bene. È normale. Ma queste trombamicizie fanno bene o male? La risposta non vi piacerà.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Le trombamicizie sono assolutamente nocive, è arrivata a questa conclusione Kendra Knight, docente di comunicazione alla DePaul University. La docente in questione si è presa la briga di incontrare 25 studenti (maschi e femmine) con un trombamico per cercare di trarre qualche conclusione. È riuscita nel suo intento? In parte. Per esempio ha scoperto che i giovani con un trombamico, con quel trombamico, hanno limiti nella comunicazione. È come se si mettessero dei paletti affinché l’altro non entri troppo nella propria vita. Perché il trombamico non può essere geloso, non può fare troppe domande, non deve innamorarsi e deve mantenersi ‘’a distanza’’ quando non è gradita la sua presenza. Perché non si parla di relazione, ma di trombamicizia. Solo che, a lungo andare, la mancanza di comunicazione col trombamico pesa. E allora cosa fare? È qui che scatta il circolo vizioso: se si iniziasse a comunicare di più, allora la trombamicizia si trasformerebbe in relazione perdendo la sua peculiarità. Se invece la trombamicizia continuasse carente di comunicazione, farebbe del male, a un certo punto, a una delle parti. O a entrambe. Significa che le trombamicizie sono spacciate, destinate a morire. Ovviamente lo studio della dottoressa Knight non impedisce a nessuno di avere un trombamico ma è bene sapere che averne uno è la peggiore cosa che si possa fare. Siete stai avvisati (e noi abbiamo la coscienza pulita).

Leggi anche: ”Trombamicizie”? Sì, ma speciali. Ecco con quali persone le donne preferiscono fare l’amore (in modo spensierato). No, non ci crederete. Davvero