La nuova (e davvero irresistibile) tendenza tra le coppie. Tutti negano, ma la verità è un’altra. E voi come siete messi?


Il rischio, sempre più concreto, è quello di vivere in un mondo virtuale e meno reale. Il fenomeno si chiama “partner phubbing”, da “snubbing” (snobbare) e “phone” (telefono). Un gesto di scarsa galanteria che fa chi trascura, in modo assai poco educato, la persona con cui si è impegnati per controllare compulsivamente lo smartphone. In uno studio pubblicato su Computers in Human behavior e riportato sul quotidiano Repubblica.it quasi la metà degli intervistati dai ricercatori della Baylor University, in Texas, ha dichiarato di essere vittima di questo atteggiamento.

Più del 30% non riceve le giuste attenzioni dal partner e nel 20% dei casi sì, è proprio il telefono perennemente in mano ad aver incrinato il rapporto con il compagno. E non tanto per gelosia dovuta ai sospetti su chissà cosa nasconda dentro quell’aggeggio, ma proprio per la sensazione di tristezza e inquietudine che deriva dal sentirsi trascurati e lasciati soli. Non tanto per un like messo sotto la foto della ragazza sbagliata, ma perché appena la conversazione langue, una chat o una ricerca su internet ci strappa letteralmente via il partner, che preferisce lo smartphone a noi. Questo perché ci si illude di possedere una rete di relazioni, più ampia di quella effettiva e reale, fatta di ammiratori virtuali, seguaci (followers) e likers che sanno gratificarci come si deve.

 



Ti potrebbe interessare anche:  Ci tieni al tuo iPhone? Allora non farti conquistare dall’ultima (strana) tendenza che spopola tra gli utenti dello smartphone della Mela… Ecco di cosa si tratta