Per eccitare una donna, non serve toccarla. Ecco cosa la manda in estasi (anche se molte di loro continuano a negare)


 

Se c’è una cosa che una donna trova eccitante, quella è un racconto erotico. Perché un racconto erotico nutre pian piano il desiderio e lo fa diventare grande, enorme. Sì, solo con le parole, si ottengono risultati strabilianti… Leggere le fantasie altrui stimola ulteriormente la fantasia, fa venire i brividi, insomma, vale la pena provare. Eppure, non sempre le donne li comprano in modo spensierato, forse per la paura di essere giudicate. In fondo è legittimo: entrare in libreria e comprare dei libri erotici può provocare imbarazzo. Però funzionano davvero. E le donne li amano. E li amano di più quando trovano il coraggio di realizzare ciò di cui si parla nel racconto. Ma perché i racconti erotici hanno questi effetti pazzeschi sulle donne (e anche sugli uomini)?

(Continua a leggere dopo la foto)








Con la lettura di poche pagine si riesce a evadere. Bastano pochi minuti per dimenticare i problemi, le lavatrici da fare, i compiti per casa, i mariti lagnosi (e quelli bugiardi); in quei minuti una donna è libera di dedicarsi al proprio piacere, anche se non è un piacere fisico. E gli uomini? Gli uomini li amano perché sono brevi e perché parlano di donne disinibite che non fanno che alimentare i loro desideri più profondi. Alcuni uomini, poi, in genere quelli più audaci osano e chiedono alle loro compagne di realizzare insieme quelle fantasie proibite. Ok, ma dove si trovano?

Per proseguire clicca su Next

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it