Sesso, perché la donna “urla” durante i rapporti? Che delusione, non è come abbiamo sempre pensato…


 

“La faccio gridare”… Frase tipica da confidenza da spogliatoio maschile. A volte è vero e a volte no. Ma quando l’uomo si vanta poggia la sua ‘confessione’ su un qualcosa di acquisito, la convinzione che la donna urli al raggiungimento del picco del piacere sessuale. Ma a smontare uno dei miti della sessualità è una ricerca recentemente pubblicata sull’Archives of Sexual Behavior spiegando che non ci sarebbe un nesso vero tra orgasmo femminile ‘manifestazioni sonore’.

(continua dopo la foto)








Lo studio poggia su un sondaggio condotto su 71 donne di età compresa tra 18 e 48 anni che, nella maggior parte dei casi, hanno rivelato che le donne ansimano durante un rapporto solo per dare maggiore ‘grinta’ al partner. Per caricarlo, stimolarlo, insomma, a dare di più. Emerge addirittura che il più delle volte la donna geme quando il sesso non sta provocando altro che noia oppure quando vuole arrivare al termine di quel rapporto per mancanza di tempo. Ma l’uomo, inconsapevole del ‘trucco’, è convinto che quelle manifestazioni siano dovute al loro saperci fare. Quindi la donna è un’abile manipolatrice?

La ricerca, in verità, spiega che tutto ciò avviene in modo naturale e lo dimostra basandosi sul comportamento degli animali. Per esempio, i babbuini femmina emettono una serie di suoni durante il rapporto in relazione al grado di fertilità, mentre altri primati utilizzano le urla come richiamo al sesso di gruppo durante il quale la femmina sceglie il partner più appetitoso per la copula. Dunque, concludono, le donne che non riescono a trattenere le proprie urla tra le lenzuola lo fanno per il partner e soprattutto per capire quali sono le sue reali capacità sessuali.

L’orgasmo femminile è più probabile quando… (le donne lo sanno, gli uomini no)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it