State insieme da almeno un anno? Attenti perché lui sta cambiando. E anche “lui”


 

Se – stando ai luoghi comuni – è il settimo anno di vita insieme che piomba sulla “salute” della coppia, una nuova ricerca segnala tempistiche completamente diverse. Più preoccupanti. Perché il momento “down” arriverebbe già al dodicesimo mese. Stando a uno studio della britannica Worcester University è già dopo i primi dodici mesi passati insieme che si può intuire se una coppia avrà un futuro. Almeno da parte dell’uomo che, in quel “delicato” momento subirebbe un calo significativo dei livelli di testosterone, l’ormone legato al desiderio sessuale.

Per arrivare a queste conclusioni, pubblicate sulla rivista “Evolutionary Psychology”, i ricercatori hanno intervistato 75 uomini di età compresa tra i 18 e i 39 anni sul proprio rapporto di coppia e sulla loro durata. Tramite l’analisi dei livelli di testosterone, gli scienziati hanno rilevato che gli uomini single o chi era impegnato da poco in una relazione avevano livelli dell’ormone quasi identici. Al contrario, gli uomini impegnati con una persona da tempo, almeno più di un anno, avevano livelli di testosterone più bassi.

In totale, i livelli dell’ormone sono risultati ridotti di circa un terzo in che era impegnato in una relazione lunga. Questo, secondo i ricercatori, potrebbe esser dovuto al fatto che all’inizio di una relazione il testosterone aiuta gli uomini a sconfiggere i presunti rivali. Successivamente, il calo dei livelli di testosterone favorirebbe l’attenzione verso la prole.

Uomo, prenditi cura del tuo “migliore amico”: come migliorare la virilità con metodi naturali







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it