Quanto è lungo il suo “coso”? Un piccolo particolare ti rivela come è messo là sotto senza che si spogli


 

Basterebbe porre un po’ di attenzione alle nostre mani per scoprire qualcosa in più sulla nostra salute e su come il nostro corpo affronta o potrebbe affrontare alcune patologie. Molte ricerche concordano nel dire che il rapporto tra la lunghezza dell’indice e dell’anulare può determinare la predisposizione verso alcune malattie, il nostro carattere e alcune caratteristiche fisiche.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Le dimensioni della mano, e in particolare delle dita, potrebbero svelare qualcosa sulla dimensione del pene. Secondo una ricerca pubblicata sull’Asian Journal of Andrology, la misura dell’organo riproduttivo maschile si potrebbe calcolare prendendo in considerazione il rapporto tra l’indice e l’anulare. Tanto più l’indice è corto rispetto all’anulare, tanto più lungo sarebbe il pene (e viceversa). Il rapporto tra indice e anulare in un uomo, secondo uno studio della University of Geneva, può rivelare qualcosa sul suo appeal. Il livello di testosterone è dato dalla lunghezza dell’anulare. Più sarà lungo, più l’uomo avrà un alto tasso di mascolinità. Ciò significa che avrà anche una maggiore attitudine a dominare. Sempre secondo la ricerca questo influenzerebbe anche il suo viso e persino il suo odore, che saranno più “maschili”.

Potrebbe anche interessarti:   Non tutti i mali… Ecco cosa non deve avere un uomo per far impazzire davvero una donna (a letto)