Essere più sexy agli occhi di lui, ecco l’afrodisiaco più potente che lo farà innamorare perdutamente


 

Cosa succede quando siamo attratti da una persona della quale non sappiamo nulla? O meglio, quando non conosciamo i reali interessi verso di noi? La maggior parte delle volte, secondo la scienza, ne siamo attratti. Parliamo di incertezza e curiosità. La prima in particolare è considerata, uno degli afrodisiaci più potenti del rapporto, che alletta fino al punto di rendere particolarmente attraente proprio il soggetto che dimostra più indifferenza e con il quale bisogna saggiare la riuscita di un’intesa due. Questo è quanto ha rivelato lo studio condotto da Erin Whitchurch e Timothy Wilson dell’Università della Virginia, in collaborazione con David Gilbert di Harvard, nell’ambito di un esperimento volto a verificare se Facebook potesse essere usato anche come un sito di incontri online.

(continua dopo la foto)



Un gruppo di studentesse è stato invitato a visionare quattro profili fasulli di uomini attraenti che erano molto interessati a loro, un secondo gruppo presunti uomini che ne erano mediamente interessati e a un terzo gruppo sono stati mostrati uomini di cui era ignaro il loro grado di coinvolgimento. Dai risultati è emerso che le donne tendevano ad essere incuriosite proprio da coloro che non avevano esplicitamente detto di essere affascinati dalle loro doti, proprio perché l’indeterminatezza influenza involontariamente la mente e induce a pensare a chi si mostra enigmatico nei suoi confronti. La teoria, che vale soprattutto per gli adolescenti più propensi a fantasticare su un ragazzo e a tentare di capire se questo può ricambiare l’attrazione, varrebbe anche per gli uomini, che in misura meno spiccata, tendono desiderare ciò che non possono avere o che non sanno se se riusciranno mai ad ottenere.

Ti potrebbe anche interessare: È bella la certezza, ma l’incertezza è più bella…