Ma quale week-end, ecco l’ora preferita dagli amanti per mettere le corna…


 

Anche il tradimento ha i suoi orari. Molto dipende dalle occasioni o dalle esigenze di chi tradisce, ma è comunque possibile scoprire dei momenti del giorno in cui sembra che gli infedeli possono agire con maggiore libertà. Per motivi logici è evidente che il tradimento si consuma nei luoghi in cui una persona trascorre la maggior parte del proprio tempo. Per questo motivo la maggior parte delle scappatelle avvengono sul luogo di lavoro e durante l’orario di lavoro. Sembra che chi tradisce preferisca i momenti di pausa come quello del pranzo o il momento che precede l’uscita dall’ufficio. La scelta dei tempi giusti, però, vale sia per chi va a lavoro in un ufficio, sia per chi rimane a casa. Le casalinghe, infatti, possono approfittare dell’assenza del marito per incontrare un amante proprio in casa. In base ad alcuni studi le ore più indicate per il tradimento sono quelle che vanno dalle 20 alle 24. E’ questa la fascia oraria in cui è possibile pianificare cene romantiche e serate focose. Meno indicati, invece, i weekend o i giorni festivi durante i quali non è semplice sganciarsi dal partner ufficiale.



Ti potrebbe interessare anche:

5 domande per scoprire se lui ti tradisce (e se vale la pena perdonarlo)