gianluigi paragone reddito parlamentare quanto guadagna perso dichiarazione

Quando la politica ti impoverisce: ecco quanto ha perso Gianluigi Paragone da senatore. La cifra è ‘pesantuccia’

Strana era quella attuale, non ci si può neanche indignare parlando dipolitica. Sembra non valere più il vecchio detto “entro in politica e cambia la mia vita”. O forse meglio così, direbbe chi, nei decenni, ne ha viste passare di caste sui sampietrini. Una nuova inchiesta de Le Iene ha difatti messo in luce che in molti casi l’ingresso in politica provoca sì una enorme doccia di popolarità e qualche beneficio. Ma può rivelarsi uno choc per il conto corrente bancario. Cioè si assiste alla ‘scesa’ del proprio reddito personale. È, tra altri, il caso di Gianluigi Paragone.

gianluigi paragone reddito parlamentare quanto guadagna perso dichiarazione

Quello che forse si fa notare di più è il nome di Zangrillo. Non ‘quello del Covid’, ma il fratello del medico personale di Silvio Berlusconi, oggi deputato di Forza Italia. Paolo Zangrillo, difatti, stando ai rilievi forniti dai giornalisti vestiti di nero, è passato dai 820.799 euro dichiarati per il 2017 come dirigente d’azienda a ‘miseri’ 98.471 euro. È vero, c’è chi parte da zero e, varcando la soglia di camera o senato, può dire di avere ‘svoltato’. Come Sara Cunial, deputata grillina nota per le posizioni no vax. Lei è passata dal reddito zero del 2017 ai 92.728 euro del 2019.


gianluigi paragone reddito parlamentare quanto guadagna perso dichiarazione

Le Iene hanno difatto preso in considerazione il reddito del 2019 dichiarato nel 2020 di un centinaio di parlamentari. E tra i fortunati spicca Matteo Renzi, tra quelli che hanno visto più di tutti aumentare i propri introiti. Condizione opposta per parlamentari Pd del calibro di Dario Franceschini e Francesco Boccia, anche loro costretti a rinunciare a una parte di reddito anche se non da dirsi rovinati. A predere tanto, come spiegano Le Iene, è invece Gianluigi Paragone.

gianluigi paragone reddito parlamentare quanto guadagna perso dichiarazione

Per il fondatore e leader di ItalExit i conti parlano chiaro. Il velluto per foderare lo scranno di Gianluigi Paragone costa parecchio al metro. Come noto, prima di buttarsi nella politica attiva, Paragone ha fatto il giornalista su carta e su video conquistando conduzioni importanti. E le cose, a quanto pare, gli stavano andando bene se da quando è stato eletto in parlamento ha dovuto rinunciare – sempre redditi 2019 – addirittura alla cifra di 321.734 euro.

“Ci siamo già sentiti…”. Giuseppe Conte, il lavoro? Cosa farà dopo l’addio dal governo

Pubblicato il alle ore 16:07 Ultima modifica il alle ore 15:16