Razzi, il senatore “playboy” tra i night di Roma: “Le donne russe le migliori”


Antonio Razzi si racconta in un giro notturno per le vie di Roma, ad accompagnarlo un giornalista del Fatto Quotidiano. Il senatore di Forza Italia parla delle sue ipotetiche donne della gioventù, dice di essere stato solo con un’italiana, e con ragazze di tutte le fatture e nazionalità. Il latin lover internazionale dice di preferire alle mediterranee le donne dell’Est: soprattutto russe e nordcoreane. Parla del lavoro della sua infanzia legata alla zappa e di quando fece il saldatore. Del suo primo rapporto con una ragazza svizzera. Il politico sembra essere un po’ vanitoso, si fa le foto con tutti al di là di chi siano, si comporta da conquistatore quale pensa di essere ammiccando alla cameriera del locale.

(Continua a leggere dopo la foto)



Ma il momento più alto della serata si raggiunge quando Razzi accetta di andare in un night. Parla della prostituzione legale in Svizzera, in cui ci sono i “contact-bar, dove si possono incontrare le ragazze, dopodiché se gli piacete salite in camera con lei e potete farvi la doccia insieme senza rischio di malattie”. Lui queste cose le sa perché le ha sentite raccontare, ripete più volte. Un senatore deve comportarsi da persona seria, o almeno fare finta, dice.

Leggi anche: “Sono un nullafacente”. Il giovane Salvini concorrente a Il pranzo è servito