“Non riesco a seppellire mio figlio morto da 2 mesi”. Cala la tristezza nella politica: la rabbia del parlamentare


Roma Caput Mundi o Roma capitale dei problemi? La capitale non è mai stata semplice da amministrare. Ma negli ultimi tempi, forse anche grazie ai social, gli attacchi e le lamentele all’indirizzo del sindaco Virginia Raggi sembrano essersi moltiplicati. Ora, però, ad accusare il sindaco di non saper fare bene il suo lavoro, per usare un eufemismo, è un deputato del Partito Democratico, Andrea Romano.

“La tua vergogna non sarà mai abbastanza grande”. Parole durissime. Ma cosa ha spinto Andrea Romano ad essere così aspro? Dietro questo messaggio, che il parlamentare ha lanciato via Twitter, c’è un dramma familiare e una serie di mancate risposte da parte dei servizi pubblici che risultano inaccettabili. “Oggi – scrive Romano – sono 2 mesi che mio figlio Dario non è più con la sua mamma, con i suoi fratelli, con me”. (Continua a leggere dopo la foto)






 

“Due mesi che non riusciamo a seppellirlo – prosegue nel tweet il deputato del Pd Andrea Romano – Ama non dà tempi di sepoltura degni di una città civile. Anzi, non dà alcun tempo. La tua vergogna non sarà mai abbastanza grande”. Il messaggio sta rapidamente diventato di tendenza, avendo raggiunto in breve tempo centinaia di commenti e condivisioni. “Caro Andrea non sapevo” gli risponde il giornalista Pierluigi Battista. (Continua a leggere dopo la foto)






Ance Carlo Calenda ha rilanciato il messaggio. Mentre parole di conforto e solidarietà sono giunti da personalità di diversa estrazione politica, come Guido Crosetto. Poi c’è chi, come il deputato di Italia Viva Luciano Nobili, scrive: “Un abbraccio ad Andrea e alle tante famiglie romane che si trovano nella medesima condizione. Dolore che si aggiunge a dolore. Virginia #Raggi, non potevi finire cinque anni di disastri più indegnamente di così”. (Continua a leggere dopo la foto)



La condanna nei confronti del primo cittadino pentastellato di Roma è pressoché unanime. Un utente appare sbigottito: “Ditemi che non è vero”. Poi c’è chi, accanto al cordoglio, esprime il proprio sdegno: “Leggere questa cosa riempie di immensa tristezza e rabbia. Faccio a lei e ai suoi cari le più sentite condoglianze”. Un altro utente commenta: “Una cosa inconcepibile e disumana”. E, al di là del colore politico, come non essere d’accordo?

“Positiva al Covid”. Virginia Raggi, la brutta sorpresa. Le condizioni della sindaca di Roma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it