Lutto nella politica italiana. Sindaco, deputato e ministro: anche lui vittima del Covid


Una grave perdita ha colpito il mondo della politica italiana. Se n’è andata una delle figure più rappresentative del nostro Paese. Ad ucciderlo purtroppo il coronavirus, che non gli ha lasciato alcuno scampo. Nonostante abbia tentato con tutte le sue forze di lottare duramente contro la malattia del momento, la sua vita si è spezzata lasciando tutti nella tristezza più assoluta. Impossibile non ricordare le sue immense qualità professionali, che gli hanno permesso di ricoprire molti ruoli.

Oltre ad essere stato un politico di spessore, la sua carriera è stata importante anche nell’ambito giornalistico, essendo stato un ottimo giornalista. Poi è stato anche ministro, deputato ed eurodeputato ed è stato scelto in tre diversi governi. Purtroppo il male di oggi gli ha fatto spegnere per sempre la sua vita, mietendo dunque l’ennesima vittima illustre. Sono sicuramente tantissimi i colleghi che stanno piangendo la sua morte, visto che lo si ricorda anche come una brava persona.






A morire è quindi stato l’ex sindaco di Milano, Carlo Tognoli, che aveva 82 anni. Lui è ricordato in particolare per essere stato il più giovane primo cittadino della città lombarda. La sua carica è durata dal maggio 1976 al dicembre 1986. Prima di diventare sindaco era stato assessore all’Assistenza e Sicurezza Sociale, assessore al Demanio e al Patrimonio e anche ai Lavori Pubblici. La sua prima avventura in assoluto nella politica è datata 1958, con la sua iscrizione al Partito Socialista Italiano. (Continua dopo la foto)






Carlo Tognoli, nel momento in cui si era iscritto al Psi, gestiva anche un’azienda dedita nel campo della farmaceutica. Poi a Montecitorio ha lavorato grazie alle elezioni del 2 luglio 1987. Fino al 1992 è anche stato ministro per i Problemi delle Aree Urbane negli esecutivi capitanati dai presidenti del Consiglio Goria e De Mita. Poi è stato anche ministro del Turismo e dello Spettacolo sotto la guida di Giulio Andreotti. Devastato dal dolore l’ex assessore e socialista milanese, Franco D’Alfonso. (Continua dopo la foto)



Franco D’Alfonso ha quindi riferito così la notizia drammatica: “Una perdita gravissima per tutti noi, per Milano e personalmente per me e ciascuno di noi. Carlo Tognoli è morto”. Per quanto riguarda la sua storia recente, l’ex sindaco di Milano dal 2005 al 2009 era stato nominato presidente della ‘Fondazione Ospedale Maggiore di Milano’. Era inoltre a capo di una società all’interno di Mediobanca.

Compra un gratta e vinci da 5 euro e ne vince 500mila. La gioia dopo il dramma, perché per lui è una vera fortuna

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it