“Appena è entrato in Senato…”. Giuseppe Conte, il dettaglio (assurdo) che hanno notato in tanti: “Nessuno riesce a spiegarselo”


“L’Italia non ha un minuto da perdere. Subito al lavoro per superare l’emergenza sanitaria e la crisi economica”. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte interviene così, su Twitter, al termine di una convulsa giornata che ha visto il governo incassare la fiducia al Senato con 156 voti a favore, 140 contrari e 16 astenuti. “Ora l’obiettivo è rendere ancora più solida questa maggioranza” scrive il premier, “priorità a piano vaccini, Recovery Plan e dl ristori”. A quanto apprende l’Adnkronos, si terrà una riunione di maggioranza a Palazzo Chigi.

Il presidente del Consiglio, hanno riferito fonti di governo, comunicherà in mattinata l’orario della riunione. Probabilmente questa mattina Conte salirà al Colle per riferire al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, le sue valutazioni dopo la due giorni di maratona parlamentare. Ma ieri sera, tra i tanti colpi di scena in Senato, qualcuno ha notato anche un altro curioso particolare. (Continua a leggere dopo la foto)






Si è tornato a parlare del “mistero” dell’orologio di Giuseppe Conte che è diventato ormai un grande classico e che ritorna puntualmente ogni volta che il premier compare in pubblico. Addirittura il tema ha appassionato così tanto Un Giorno da Pecora, la trasmissione di Rai Radio1, da incaricare un vero e proprio esperto del settore. (Continua a leggere dopo la foto)








Si tratta di Simone Bruni, direttore della rivista La Clessidra, che ha monitorato e riportato in onda gli orari dell’orologio di Conte: orari sempre diversi da quelli esatti, come si spiega? “Alle 9.30 – ha ricostruito l’esperto – quando è entrato in Senato, il suo orologio segnava le 10.20. E alla fine del suo intervento in aula, alle 10.40 circa, l’orologio segnava la stessa ora: le 10.20. (Continua a leggere dopo la foto)

 


La cosa più probabile è che il premier lasci il suo orologio da parte, magari in un cassetto, per indossarlo solo poco prima di uscire”. Questo spiegherebbe tutto perché “quello è un orologio automatico, per cui se lo si lascia fermo da una parte, la carica si esaurisce e si ferma”.

Ti potrebbe anche interessare: “Ecco perché c’è una sedia vuota”. Pomeriggio 5, Barbara D’Urso spiega chi manca e perché: “Ha avuto una crisi di pianto di 40 minuti”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it