Renzi, la decisione. Crisi di governo e Conte, la scelta del leader di Italia Viva


Matteo Renzi torna a parlare. Il leader di Italia Viva: “Se hanno i numeri vince la democrazia parlamentare. Se non li ha si andrà al Quirinale e si fa un altro governo”. Quanto al “M5s è passato da uno vale uno a uno vale l’altro, pur di stare al governo fanno l’accordo con tutti”. Matteo Renzi ha deciso: o lo accettano in tutto e per tutto, oppure andrà all’opposizione di Conte. “Se non ci vogliono, noi non diamo la fiducia, con molta libertà”. Lo dice Matteo Renzi, a Dritto e rovescio, su Rete 4.
“Se io sto fuori? Io sto fuori. Se loro hanno i numeri, questa è la democrazia parlamentare che vince. Tanto di cappello. Ma se i numeri non ce l’hanno si andrà al Quirinale e si farà un altro governo”.

“Martedì 1, X o 2. Se Conte ottiene 161 voti ha vinto e governa, poi voglio vedere come. Se invece non arriva a 161 si fa un governo diverso e si arriva al 2023. Alle elezioni si va al 2023, vanno aperte le scuole, non le urne”. “Ricordate che è meglio stare fuori da questo governo che dentro», dice ai suoi. “So che mi sto giocando l’osso del collo – dice a più di un interlocutore – e so che verrò sottoposto a un massacro mediatico, che è già iniziato, ma tirarsi indietro ora sarebbe un suicidio, per me e per la politica, perché è tornato il tempo della politica e delle regole democratiche, basta con questo populismo che uccide la democrazia”. (Continua a leggere dopo la foto)






“Noi vogliamo dare una mano, siamo disponibili. Il presidente del Consiglio ha detto ‘vado in Parlamento e asfalto Italia viva’. Se asfaltassero qualche strada in più sarebbe meglio. Ma se il loro obiettivo è asfaltare noi…”, ha detto ancora l’ex premier. Quanto al “M5s è passato da uno vale uno a uno vale l’altro, pur di stare al governo fanno l’accordo con tutti”. (Continua a leggere dopo la foto)






“Martedì in Senato parlerà il presidente del Consiglio, uno che cambia maggioranza, e per noi Teresa Bellanova, una che in nome delle idee ha lasciato la poltrona, l’esatto opposto di chi per la poltrona un giorno è amico di Trump e uno di Biden, uno per i Dl Salvini e poi li cancella”, ha detto ancora Renzi. (Continua a leggere dopo la foto)



 


“C’è chi pensa che la democrazia è come un grande reality show, un lavoro sui social”, ha affermato poi commentando la pagina contro di lui apparsa sui social del premier Conte e poi cancellata. “Ieri ci hanno risposto con un hashtag. A me interessa che si risolvano i problemi, se poi in una struttura pagata dagli italiani c’è gente che passa il tempo così…Io preferirei si occupassero di vaccini, non delle foto di Renzi con scopo dispregiativo”, ha aggiunto.

Ti potrebbe anche interessare: “Eppure lo sapevano…”. GF Vip, a Tommaso Zorzi proprio non va giù: cosa non gli torna di Giulia e Pierpaolo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it