“Da oggi mascherine obbligatorie anche all’aperto”. La conferma è appena arrivata


Lo avevano preannunciato ma stavolta è tutto ufficiale: nel Lazio mascherina all’aperto obbligatoria a partire dal 3 ottobre 2020. Questo quanto annunciato dal governatore Nicola Zingaretti, che ha parlato della nuova ordinanza nel corso della conferenza stampa in diretta dall’ospedale Spallanzani di Roma. “Da domani scatterà in tutto il territorio regionale l’obbligo della mascherina all’aperto. Già iniziata la predisposizione di meccanismi di controllo, perché chi violerà questa regola sarà sottoposto alle multe previste dai decreti nazionali. L’obbligo esclude i bambini al di sotto dei sei anni, i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina, durante l’esercizio dell’attività motoria o sportiva, quindi individuale per chi ad esempio fa footing”.

E ancora: “Si tratta di un potente strumento di prevenzione per fermare la curva, e anche per lanciare il messaggio che dobbiamo seguire delle regole”, ha spiegato il governatore. “Per ora non sono previste chiusure anticipate di bar e ristoranti” nel Lazio, ha aggiunto quindi Zingaretti. Quindi ci saranno solo due eccezioni: per i bambini sotto i 6 anni di età e per chi fa sport all’aperto. Il presidente ha firmato l’ordinanza. (Continua a leggere dopo la foto)






Secondo D’Amato, l’assessore alla sanità della regione guidata da Zingaretti, la scuola non avrebbe impattato sui numeri della Pandemia: “Finora abbiamo effettuato oltre 240 interventi nelle scuole e abbiamo registrato una positività di 290 casi. Non è la scuola il motore del contagio”. (Continua a leggere dopo la foto)








Dopo l’assessore ha preso la parola Nicola Zingaretti, che ha annunciato l’acquisto di un milione di test salivare per scoprire se qualcuno ha contratto il coronavirus. Inoltre – ha ricordato il governatore – che continua lo screening nelle scuole con i tamponi. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Numeri alla mano nel Lazio sono stati fatti oltre un milione e duecentomila test. Sono intanto 29 i drive-in dove è possibile essere testati al Coronavirus. Un’altra grande novità è la partenza per la vaccinazione anti-influenzale. La regione ha comprato 2,4 milioni di dosi di vaccino. Secondo Zingaretti è utile partire subito con la campagna di vaccinazione. Dal 15 ottobre inoltre partirà anche una campagna pubblicitaria.

Ti potrebbe anche interessare: “Incredibile!”. L’Eredità, è lo stesso Flavio Insinna a parlare così. Dietro le quinte si scopre tutto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it