“Troppo whisky…”. Volano gli stracci tra Nicola Porro e Vasco Rossi. Clima tesissimo, non era mai successo


Botte da orbi tra Nicola Porro e Vasco Rossi. Il cantante nei giorni scorsi si era scagliato contro un articolo pubblicato sul sito del conduttore di Rete 4 firmato da Max Del Papa, uno “psicopatico povero pirla” come lo ha ribattezzato il cantante, che lo definiva un “virologo rock”, accusandolo di uno stile di vita da “rockstar vitellona” e di “predicozzi gesuiti più insostenibili ancora dei dischi bolliti”. “Non si capisce più se imita le gaffe di Emilio Fede – è la risposta di Porro – o se è sotto effetto del whisky bevuto, come le star, al Roxy bar.

Tutto sommato, comunque, meglio il Vasco che ci insulta a vanvera di quello pandemicamente corretto, che molla il bottiglione per dedicarsi, da bravo fighetto, agli infusi di bacche di goji alla Versiliana. Perché, esaurito il Vasco giovane promessa, che cantava della ‘tr***’ che era ‘andata via col n***’, ed escluso che il rocker sia il ‘solito stronzo’ – ha concluso Porro – rimane solo un tristissimo e ordinario ‘venerato maestro’”. “Sai che c’è? Che Vasco Rossi ultimamente s’incaz*a e non le manda a dire”. Così ha fatto con Nicola Porro. Che ha chiamato, autocitandosi, “Quel tale… Perro” (“Quel tale che scrive sul giornale” da Vado al Massimo). “Dai cantanti piddini solo musica pandemicamente corretta”, si legge in un articolo pubblicato sul sito del giornalista e a firma di Max Del Papa. (Continua a leggere dopo la foto)






“Ecco qua il nostro Vasco Rossi, virologo rock da Zocca, proteso in una analisi clinico-filosofica di insidiosa complessità: ‘Negazionisti del cazzo! Eeeh! Oooh! Aaah! Sono-ancora-qua!!! capitto! Mettete la mascherina! (segue farfuglìo incomprensibile)’. Rossi è sempre passato, chissà poi perché, di sinistra, forse in quanto da ragazzo esaltava il fegato spappolato e lo stile di vita da rockstar vitellona. (Continua a leggere dopo la foto)






In realtà è uno che, amministrandosi da 30 anni, s’è fatto il villone a Los Angeles, non sa dove investire i piccioli, riempie gli stadi e gli conviene il conformismo di risacca…”. Questo uno stralcio del pezzo pubblicato sul sito nicolaporro.it. E Vasco? La replica sul suo profilo Facebook: “Sono appena sceso dal jet privato di Sfera Ebbasta, vengo dal villone di Los Angeles dove abito secondo quello psicopatico povero pirla che scrive per Nicola Perro. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Non ho avuto tempo di andare al Billionaire con il mio yacht… E ho passato l’estate a Zocca. Come sapete davanti a casa mia sono passate decine di migliaia di fans e abbiamo gestito l’inevitabile assembramento in modo impeccabile. Nessun focolaio a Zocca… siete i più belli…alla faccia di quel tale… perro”.

Ti potrebbe anche interessare: “Aspetto il settimo figlio!”. La trasformazione di Taylor, il più bello degli ‘Hanson’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it