Matteo Salvini aggredito durante il comizio: strappati camicia e rosario


Aggredito Matteo Salvini a Pontassieve, in provincia di Firenze, dove il leader della Lega si trovava per la campagna elettorale delle regionali della Toscana. La notizia è stata data dall’ex sottosegretario Guglielmo Picchi su twitter.

Matteo Salvini, twitta l’esponente della Lega, “aggredito a Pontassieve da una facinorosa militante antifascista che gli ha strappato camicia e rosario. I veri democratici”. Secondo quanto ricostruito dal quotidiano La Nazione, il leader Matteo Salvini è stato strattonato da una giovane che gli ha strappato la camicia e anche la catenina che aveva al collo. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che hanno identificato la giovane. Si tratta di una ventenne originaria del Congo. (Continua a leggere dopo la foto)






Accertamenti in corso sulla ragazza da parte della Questura di Firenze che ha parlato di una persona “in evidente stato di alterazione psico-fisica”. La giovane, da quanto spiegato, era tra il pubblico che si era radunato per l’arrivo di Matteo Salvini a Pontassieve, dove ieri un ristoratore ha dovuto annullare il pranzo del leader della Lega dopo aver ricevuto minacce. (Continua a leggere dopo la foto)






Al pranzo alla paninoteca Sunset erano attesi la candidata presidente del centrodestra per le regionali toscane, Susanna Ceccardi, esponente della Lega, e il leader nazionale del Carroccio Matteo Salvini. “Ci dispiace molto di quello succede intorno a noi in queste ore quello che ci sarebbe stato domani per noi era solo un pranzo e non un sbandierare il nostro orientamento politico che voi tutti avete dato per scontato” si legge sulla pagina Fb del Sunset. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Il pranzo è stato annullato – osservano i titolari -per via delle tante minacce ricevute anche telefonicamente. Avremmo accettato qualsiasi partito politico pensando semplicemente di fare il nostro lavoro e mai ci saremmo aspettati tanta cattiveria. Abbiamo tutti la possibilità di esprimere il nostro punto di vista sulla politica attraverso il voto allora facciamolo senza per questo danneggiare gratuitamente il prossimo”.

 

“Non posso permettertelo!”. Caos a Mattino 5: Federica Panicucci e una furia contro l’ospite

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it