Malore in casa per Umberto Bossi, il fondatore della Lega ricoverato in ospedale: le condizioni


Tanta paura per Umberto Bossi, il fondatore della Lega, che nella serata di ieri, venerdì 3 giugno, è stato trasportato in ospedale a Varese con l’ambulanza dopo un malore accusato in casa. A riferire per primi la notizia è stato il ‘Gazzettino Padano’, il quale ha aggiunto che fortunatamente il politico non verserebbe in gravi condizioni di salute. Successivamente, l’agenzia giornalistica Ansa ha appreso da sue fonti che Bossi è attualmente ricoverato nel nosocomio lombardo presso il reparto di Gastroenterologia.

Lo scorso 14 febbraio il Senatur aveva accusato un malore ed era stato portato in elisoccorso al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Circolo di Varese. Circa 14 anni fa il senatore era stato ricoverato in gravi condizioni per un ictus cerebrale. La riabilitazione a seguito di quell’ictus lo costrinse ad una lunghissima degenza in ospedale. Umberto Bossi è stato il fondatore del movimento politico Lega Nord per l’indipendenza della Padania (di cui è stato segretario federale fino al 5 aprile 2012). (Continua dopo la foto)






Il 5 aprile del 2012, a seguito dello scandalo della distrazione di fondi del partito a favore della sua famiglia, ha rassegnato le dimissioni da segretario della Lega Nord, carica che aveva assunto nel 1989. Dopo questi fatti ha ricoperto un ruolo più marginale all’interno del partito, del quale rimane comunque Presidente a vita. La mattina dell’11 marzo 2004 è ricoverato in ospedale in gravi condizioni, colpito da un ictus cerebrale. le condizioni cliniche di Bossi destarono notevoli preoccupazioni fin dall’esordio. (Continua dopo la foto)






Nella primavera 2006, in occasione delle elezioni politiche, interviene personalmente a comizi e incontri pubblici a sostegno dei candidati leghisti al Parlamento e alle successive elezioni amministrative. Eletto deputato quale capolista della Lega Nord Padania-Movimento per l’Autonomia, rifiuta il posto per rimanere al Parlamento europeo. Nel 2008 viene rieletto alla Camera e si dimette dal Parlamento Europeo. Nominato ministro delle Riforme istituzionali nel governo Berlusconi IV. (Continua dopo la foto)



Bossi nel 2009 presenta la legge delega per la riforma del federalismo fiscale. Classe 1941, si sposò nel 1975 con una commessa di Gallarate, Gigliola Guidali, dalla cui relazione nacque il figlio Riccardo nel 1979. Il secondo matrimonio nel 1994 con Manuela Morrone dalal quale ha avuto i figli Renzo, Roberto Libertà ed Eridano Sirio.

“Non dormire, supereremo anche questa”. Alex Zanardi, la moglie Daniela lo ha salvato parlandogli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it