Coronavirus, firmato il nuovo dpcm: “Ecco da quando riapriranno cinema e teatri”


“Ho firmato il Dpcm”. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte in una dichiarazione dopo il Cdm a palazzo Chigi. “Riprenderanno i centri estivi, anche per l’età da nido ovvero da 0 a 3 anni. Riprendono gli spettacoli con alcune cautele. Restano sospese fino al 14 luglio tutte le attività legate a sale da ballo, discoteche all’aperto o al chiuso che siano, e anche fiere e congressi. Riaprono centri benessere e terme sempre che ci sia compatibilità con l’andamento dell’epidemia”, ha detto il premier a proposito del nuovo Dpcm. Altre novità riguardano gli eventi sportivi.

“A decorrere dal 12 giugno -ha spiegato- riprendono gli eventi e le competizioni sportive a porte chiuse, quindi anche la Coppa Italia di calcio, senza la presenza di pubblico nel rispetto dei protocolli che sono stati emanati dalle rispettive federazioni sportive al fine di prevenire occasioni di contagio. Il 25 giugno possono riprendere gli sport di contatto amatoriali se le Regioni ma anche il ministro dello Sport e il ministro della Salute accertino che ricorra la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica”. (Continua a leggere dopo la foto)









“Abbiamo approvato il Family act per sostenere la genitorialità, contrastare la denatalità, favorire la crescita dei bambini e giovani e la conciliazione della vita familiare con il lavoro, soprattutto femminile”, ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte al termine del Cdm. “Devo a Bonetti e Catalfo – ha sottolineato il premier – l’impegno per portare a compimento questo importante provvedimento”. (Continua a leggere dopo la foto)






Ad anticipare con un tweet alcuni pilastri del provvedimento era stato, a Cdm ancora in corso, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri: ‘’Assegno universale per tutti i figli, riforma dei congedi parentali, sostegno all’educazione, incentivi per promuovere l’occupazione femminile: tutto questo nel Family Act approvato oggi dal Governo. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Un grande investimento sulle famiglie e sul futuro del nostro Paese’’. “Con questo provvedimento – aveva twittato anche il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo – frutto del lavoro svolto in sinergia con il ministro Elena Bonetti, garantiamo più sostegno alle famiglie e un importante incentivo al lavoro femminile’’.

Ti potrebbe anche interessare: Coronavirus, l’immunologo Nobel per la medicina: “Non ci sarà seconda ondata”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it