“Mi ha fatto male”. Maria Elena Boschi e quel fattaccio della biancheria. Cosa è successo


Una delle politiche che in passato ha subito moltissimi insulti dagli hater è stata senza ombra di dubbio Maria Elena Boschi. Quando all’epoca dei fatti fece il suo giuramento da ministro al Colle, dovette fare i conti con un ‘massacro’ social. Tutto ciò a causa della biancheria intima che si poteva intravedere, ma era tutto ritoccato ad arte. In un’intervista rilasciata a ‘Leggo’, ha ricordato quei momenti confessando di non averli trascorsi ovviamente nel migliore dei modi. Ma c’è dell’altro che la preoccupa.

Innanzitutto, soffermandosi sull’episodio in questione, ha confidato: “Sicuramente fu il battesimo di fuoco. Mi ha fatto male vedere quell’immagine falsa di me, a ritrarre proprio il momento più importante: quella foto venne ripresa anche all’estero, come se fosse vera”. Ed ancora ha detto che reagì a quella brutta esperienza “con determinazione”. Infatti, “al di là del dolore iniziale, ho sentito il bisogno di dimostrare che non contava il mio aspetto fisico”. (Continua dopo la foto)









La donna ha aggiunto: “Non contava neanche l’abbigliamento che avevo scelto, che poi non era niente di particolare. Contava il mio impegno. Questo è come nelle arti marziali: sfrutti l’aggressione per trarne il tuo punto di forza”. La deputata ha però ammesso che i suoi familiari soffrirono la vicenda: “Purtroppo ne risentirono anche i miei familiari, consigliai di cancellarsi dai social o almeno di non leggere tutte le offese. Altrimenti ti fai davvero del male”. (Continua dopo la foto)








La 39enne ha proseguito, affermando: “Non ci si deve abituare. Questi attacchi arrivano a tante donne, diverse tra loro e di diversi partiti. Non sottovalutiamo questi messaggi negativi perché vengono presi come modello da replicare. Rischiamo di allontanare le ragazze dalla politica”. La soluzione: “Si devono sostenere le donne, permettendo loro di arrivare nei ruoli apicali in politica come nel lavoro. Così le persone si abituano. Dobbiamo pensare alle nuove generazioni”. (Continua dopo la foto)

L’ultimo messaggio della Boschi è rivolto ai giovani: “Da ministra alle Pari Opportunità ho inserito nel piano anti-violenza anche la formazione nelle scuole. Ci sono state campagne di sensibilizzazione molto efficaci: basta trovare la persona giusta che sappia parlare ai giovani, con Francesco Totti ad esempio fu un successo. I ragazzi ascoltano i loro idoli”.

“Ma come sei ridotto?”. Francesco Totti mai visto così, la foto fa subito il giro della rete: gli anni passano pure per lui

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it