“Chiappette glabre…”. Baraonda tra Chef Rubio e Vittorio Sgarbi, se ne sono dette di tutti i colori: “Leccac***”. Cosa è successo


Questa volta lo scivolone su Silvia Romano per Vittorio Sgarbi è stato duplice. Tutto parte dopo un’esternazione del critico d’arte che definire fantasiosa e offensiva è riduttivo: “Se mafia e terrorismo sono analoghi, e rappresentano la guerra allo Stato, e se Silvia Romano è radicalmente convertita all’Islam, va arrestata (in Italia è comunque agli arresti domiciliari) per concorso esterno in associazione terroristica. O si pente o è complice dei terroristi“.

A questo punto a prendere le difese della giovane cooperante presa in ostaggio per 1 anno e mezzo è stato Chef Rubio, da sempre contro le ingiustizie e le visioni bigotte della destra. Lo scontro si consuma su Twitter: lo chef è pronto a rispondere: “Perché non pensi a portarti in giro con donne di dubbia levatura morale invece di scrivere stron***. Silvia fu rapita da terroristi salafiti legati ad Al Qaida che non hanno nulla a che vedere con l’Islam. Capra!“. (Continua a leggere dopo la foto)










Il botta e risposta non si ferma qui: “Ma perché non vai a lavarti le scodelle e non posi il vino, aspirante cuoco di periferia?“, scrive Sgarbi. “Non bevo da cinque anni, bertuccia. E ripeto, hai detto una stron***. Torna a pensa’ alla sor** da bravo“, risponde Gabriele Rubini. E la lite continua. “A forza di leccare alla corte dei 5 stelle vedrai che ti faranno impanare una melanzana su qualche rete Rai. Dai che ce la può fare, cozzaro!“. (Continua a leggere dopo la foto)






Chef Rubio: “Non m’en**** nessun partito però con quelle chiappette glabre che te ritrovi forse due colpetti a te potrei darli. Ti svelo un segreto mio chiaro chiappette: la Rai è sionista quindi non mi chiamano e se me chiamano je do picche. Fammi sapere se ti stufi de la sor**“. (Continua a leggere dopo la foto)



 


La replica di Sgarbi mette fine alla bagarre: “Se vuoi posso metterci una buona parola per farti prendere in una stazione di servizio della A-14. I panini almeno li sai fare?“. Una roba davvero stucchevole. Sia da parte di quello che dovrebbe essere un uomo di cultura e levatura morale, sia da uno chef di borgata. Insomma, se il confronto è questo, che Dio (di qualunque religione o etnia) ci aiuti.

Ti potrebbe anche interessare: “Scorta per Silvia Romano”. Cosa sta succedendo alla cooperante rientrata in Italia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it