“Proprio non lo capisco…”. Mes, Berlusconi contro Salvini e Meloni


‘Sulla fase due il governo Conte mia appare confuso. Sta prendendo decisioni importanti da solo senza prima discuterle e approfondirle in Parlamento ”. Lo ha detto Silvio Berlusconi a ‘Mattino Cinque’, su Canale 5. Sull’iniziativa della Lega di ‘presidiare’ il Parlamento: ”Salvini? Noi operiamo in maniera diversa, usiamo dei metodi e un linguaggio diversi a quelli dei nostri alleati. D’altronde, noi siamo una coalizione, non un partito unico”.

E sulla divergenza di vedute in tema di Mes: “Noi siamo una coalizione, non un partito unico…”, rimarca nuovamente il Cav. ”Siamo una coalizione – continua -. A tal proposito ricordo che nella coalizione di centrodestra noi di Forza Italia siamo l’anima liberale, cattolica, garantista ed europeista. Siamo l’anima portatrice dei valori dell’Occidente, siamo quindi una componente indispensabile per un centrodestra di governo”.










”Anche nei confronti dell’Europa” rispetto ai nostri alleati Lega-Fdi ”abbiamo posizioni differenti”. E ”non capisco proprio la loro posizione sul Mes”, dice ancora Berlusconi che torna a ‘smarcarsi’ da Lega e Fdi. ”Io -sottolinea il Cav- non ho mai sentito nessuno spiegare con argomentazioni precise e in modo logico e chiaro perché dovremmo dire di no a 37 miliardi di euro che ci vengono offerti ad un tasso di interesse inferiore a quello di mercato e senza condizioni”.








“Sono fondi – spiega – da destinare alla spesa sanitaria, e cioè a costruire o riqualificare ospedali, ad assumere più medici e infermieri o ad aumentare lo stipendio a quelli che stanno combattendo contro il virus, a formarne dei nuovi, a finanziare la ricerca, a costruire reparti di isolamento nelle case di riposo e nelle carceri, a dare da mangiare a chi sta male, in definitiva anche a rimettere in moto settori importanti dell’economia. L’unico motivo per dire di no al Mes -avverte il leader azzurro – potrebbe essere quello di allontanare l’Italia dall’Europa, rendendo più difficile, per i nostri partner europei, cercare di aiutarci. Può essere un cinico gioco di alcuni dei Cinque Stelle, può fare il gioco dei sovranisti dei paesi del nord, ma escludo assolutamente che sia l’intenzione dei nostri alleati. Per questo – conclude – non capisco proprio la loro posizione sul Mes”.

Caffeina news by AdnKronos

www.adnkronos.com

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it