“Torta di letame, fuori dalle palle. È un’inondazione di vomito…”. “Ci stanno pisciando in testa!”. Dopo la disfatta di Matteo Renzi e le critiche ad Agnese Landini, arriva un delirio di insulti pesantissimi proprio a lei, che già ne ha sentite tante. U


 

Il post referendum ha creato un vero scompiglio e il governo Gentiloni non piace, in particolare ai grillini che sul web sono scatenati, delle volte esagerando un po’. Per esempio Paola Taverna, arcinota per le sue “fumantine” prese di posizione. Il pensiero della senatrice pentastellata viaggia su Facebook, dove in un crescendo epocale scrive parole molto pesanti, indirizzate a chiunque, ma in particolare si è scatenata contro la più bella e discussa ministra dell’ex governo Renzi, Maria Elena Boschi: “Premiato Alfano per evidente incapacità di essere degno di qualunque incarico in un paese normale. E per non farci mancare la ciliegina sulla torta di letame c’è posto pure per Maria Etruria Boschi”. E poi, il gran finale, veramente delicatissimo: “Si prevede l’innalzamento del livello di sicurezza dei fiume per inondazioni di vomito da chi con un NO pensava di esserseli levati dalle palle”. Insomma, si è lasciata andare ad un puro raptus che è culminato in un’esplosione di insulti. (Continua a leggere dopo la foto)



Ma la Taverna non è certo sola in questa climax ascendente di improperi, a lei si è unito, come in coro greco, anche la voce del deputato deputato Giuseppe D’Ambrosio: “C’era una volta Maria Elena Boschi, Ministro del governo Renzi, che disse più volte che se avesse perso il referendum della sua riforma costituzionale si sarebbe ritirata dalla vita politica… Poi arrivò Gentiloni come presidente del consiglio e Maria Elena Boschi diventò addirittura sottosegretario alla presidenza del consiglio! Ci pisciano in testa e ci dicono che piove”.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

 

Ma tra i grillini c’è anche chi ha deciso di mantenere i toni più bassi, pur mantenendo la sua dose critica, parliamo di Luigi Di Maio, che comunque non c’è andato leggero: “Maria Elena Boschi, Luca Lotti e Angelino Alfano promossi. Squadra che perde non si cambia. #votosubito”, scrive in un ironico tweet. E poco prima aveva scritto: “Ho visto Gentiloni leggere i ministri del governo Renzi, bocciati dal 60% di NO al referendum. Non ha sbagliato elenco, ma paese #votosubito”.

Ti potrebbe interessare anche: Governo Gentiloni: tutte le nuove facce che non avevamo mai visto. Chi sono e cosa faranno. Durante la cerimonia della campanella, Renzi dà un’altra cosa “simbolica” al nuovo primo ministro