Elezioni, dopo le dimissioni di Renzi ecco l’affondo di Grillo: “Subito alle urne, ecco come sceglieremo il nostro candidato premier”. Ed è subito bufera


“Il MoVimento 5 Stelle intanto sta percorrendo la sua strada. Abbiamo iniziato la discussione del programma di governo con l’energia, continueremo con gli altri temi, e in seguito sceglieremo online il candidato premier, la squadra di governo e i candidati al Parlamento. Noi ci siamo. Partecipate! Vogliamo idee!”. Lo scrive sul blog Beppe Grillo aggiungendo: “Sono assediato in casa da tre giorni dalle tv per interviste che non voglio rilasciare. Quello che voglio dire ve lo dico qui. Mi dispiace, non sarò il vostro comico mannaro”. E’ finito intanto sotto accusa il cambio di linea sull’Italicum deciso dai 5 Stelle dopo la vittoria del No al referendum. A contestarlo non solo gli avversari, a partire dal Pd, ma gli stessi 5 Stelle, alcuni dei quali, durante l’assemblea dei parlamentari in corso a Montecitorio, a quanto apprende l’Adnkronos hanno contestato la “giravolta” sulla legge elettorale tanto avversata dai grillini, ma ora adottata nell’attesa che la Consulta apporti modifiche arginando i profili di incostituzionalità. In particolare, i malumori sarebbero legati al fatto che la decisione di sposare l’Italicum sarebbe “calata dall’alto”, appresa dai più attraverso il blog di Beppe Grillo la notte del verdetto sul referendum. (Continua dopo la foto)

Tra i più critici il deputato Matteo Mantero, che non avrebbe risparmiato affondi nel corso dell’assemblea. La discussione va avanti e la riunione durerà fino a tardi. E c’è il rischio che gli animi si scaldino ulteriormente visto che il secondo punto all’ordine del giorno riguarda il caso firme false a Palermo. 

(Continua dopo le foto)

 

In assemblea sono presenti anche i deputati sospesi dal Movimento, pronti a dare battaglia sulla decisione assunta dai vertici dopo il loro rifiuto ad autosospendersi. Per evitare grane, alcuni speravano che l’argomento non venisse toccato, ma alla fine si è deciso di tenerlo nell’ordine del giorno dell’assemblea perché la richiesta era stata avanzata dal numero di parlamentari previsto dal regolamento.

Caffeina news by AdnKronos

(www.adnkronos.com)

Ti potrebbe anche interessare: “Creano bufale per acchiappare consenso”. Bufera sul Movimento 5 Stelle, un articolo demolisce la macchina di propaganda di Beppe Grillo: “Ecco come manipolano l’nformazione sul web”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it