L’hanno vista girare per Roma rovistando tra l’immondizia e in tutta Roma oggi non si parla d’altro. Nessuno si sarebbe mai aspettato un’uscita del genere proprio da lei


 

Siamo in prima linea per migliorare il ciclo dei rifiuti a Roma. È l’inizio di una rivoluzione culturale che vogliamo realizzare durante il nostro mandato. Una città più pulita è frutto anche del senso civico dei suoi abitanti e di chi la vive.” Così scrive su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi, commentando lo ‘#spazzatour’, il blitz compiuto per le strade della città insieme all’assessore all’Ambiente Paola Muraro. Nel giorno in cui riparte la raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti la Raggi ha deciso di condividere sul proprio account social un video che la immortala mentre gira per le strade del Municipio I per “verificare di persona cosa non funziona e cosa va migliorato” nella gestione dei rifiuti nella Capitale. “Abbiamo trovato molte situazioni irregolari, rifiuti gettati a pochi metri dai cassonetti senza alcun rispetto per la città – afferma la sindaca sul proprio profilo Facebook – Sono immagini che feriscono. È inaccettabile soprattutto per tutti i romani che ogni giorno compiono il proprio dovere, facendo la differenziata in modo corretto”. (Continua dopo la foto)



“Non permetteremo di rovinare l’immagine di Roma e dei suoi cittadini – continua la Raggi – E non ci spaventa mettere le mani nella spazzatura pur di migliorare la nostra città”. E garantisce: “È solo un primo blitz ma ne faremo altri in tutta Roma, soprattutto nelle periferie ascoltando direttamente i cittadini. Lavoriamo tutti insieme per Roma”. A sei mesi dai trionfi elettorali di Virginia Raggi sono in molti a tracciare un primo bilancio sull’operato dei Cinquestelle a Roma e non tutti sono felici.

(continua dopo le foto e il video)


 

 

 

La Capitale continua ad agonizzare con l’emergenza migranti che imperversa nei principali quartieri, con il trasporto pubblico al collasso e con una gestione della raccolta di rifiuti che lascia alquanto a desiderare. Roma, scrive Il Giornale, è difficile da amministrare, ancor di più dopo lo scandalo di Mafia Capitale e i grillini, finora, si sono difesi dicendo che è tutta colpa di chi c’era prima e che i ‘poteri forti’ vogliono frenare la loro opera di cambiamento. Certo è che, ora il ‘potere forte’ è in mano a loro e la responsabilità di molte discutibili scelte non può che ricadere sul sindaco Raggi. È stata lei a nominare Marcello Minenna come assessore al Bilancio e Carla Raineri, ex giudice della Corte d’appello di Milano, come capo di gabinetto del Comune con una retribuzione record di 193mila euro all’anno.

“Ma quella lassù è proprio la sindaca?”. Arrampicata sul tetto del Campidoglio, in compagnia di un uomo misterioso, ecco Virginia Raggi come non l’avevamo davvero mai vista prima. Cosa le sta succedendo?