Coronavirus, Boris Johnson terrorizza l’Inghilterra: “Molte famiglie perderanno i loro cari”


Il premier britannico Boris Johnson ha annunciato ieri nuove misure per contenere il contagio da coronavirus. “Il periodo più pericoloso non è ora, ma tra qualche settimana, a seconda della velocità di diffusione”, ha detto Johnson in una conferenza stampa dopo una riunione del comitato di emergenza Cobra. Le nuove misure comprendono tra l’altro l’invito a rimanere a casa se si avvertono sintomi anche lievi.

Quella che ci si trova ad affrontare, ha detto il premier, è “una pandemia globale e la peggiore crisi sanitaria nell’arco di una generazione”. Purtroppo, ha aggiunto, “molte famiglie perderanno i loro cari prima del tempo”. (Continua a leggere dopo la foto)




The Prime Minister Boris Johnson Portrait

Le misure che il governo metterà in campo, ha detto il premier, provocheranno disagi, ma “contribuiranno a rallentare la malattia e a salvare vite. Supereremo questa epidemia”, ha assicurato Johnson. Fa discutere l’approccio del governo Britannico all’ermegenza. Anche se i titoli di prima pagina di quasi tutti i giornali del Regno sono elogiativi. Il Times definisce “solenne” il suo intervento, il Daily Mail parla di parole “cupe”, ma “severe”. (Continua a leggere dopo la foto)






Il filo-conservatore Daily Telegraph dà credito allo sforzo di rallentare il virus per ora attraverso misure solo intermedie (come quella d’indicare l’auto-isolamento obbligatorio in quarantena per una settimana a chiunque abbia nel Paese sintomi di febbre e tosse persistente); solo il filo-laburista Daily Mirror si chiede perplesso in apertura se questo approccio attendista sia “sufficiente”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Il liberal Guardian sottolinea le critiche di una parte del mondo medico-scientifico e le differenze con i provvedimenti più drastici – tipo chiusura delle scuole – di altri Paesi. L’Express cita tuttavia i toni non edulcorati di Johnson come “un esempio di leadership”. Mentre HuffingtonPost Uk riconosce al premier “una severità e una serietà” inaspettate.

Coronavirus, salgono i contagi. Dati 13 marzo 2020. Ecco quanti nuovi decessi e malati

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it