Giorgia Meloni, il dramma proprio sotto i suoi occhi: “Ho paura per mia figlia, non mi ero accorta di niente”


Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ha testimoniato al processo per stalking di cui è stata vittima insieme alla figlia. L’uomo è stato arrestato dalla polizia a Trentola Duecenta, in provincia di Caserta, ed è accusato di aver perseguitato con continui messaggi sui social Giorgia Meloni.

La vicenda è raccontata dalla stessa leader di Fratelli, parte civile durante il processo contro un uomo che l’ha minacciata su Facebook. “Ho paura per me e per la mia bambina. Sono spesso fuori casa e leggere quelle cose mi ha gettato nella paura. Non dormo più la notte”, ha raccontato la Melonii ai giudici della Prima sezione penale del Tribunale di Roma. Giorgia Meloni ha ricostruito la vicenda che vede protagonista per il reato di stalking, Raffaele Nugnes, campano, arrestato dalla Digos lo scorso 31 luglio in provincia di Caserta. (Continua a leggere dopo la foto)








“La notte non dormo più se penso alle minacce che quest’uomo mi ha rivolto via Facebook. Ho paura per mia figlia che ha solo 3 anni. Lui diceva che gliel’ho strappata, che la bambina era sua, che prima o poi sarebbe venuto a riprendersela a Roma. Io non mi sono mai accorta di aver ricevuto quei messaggi. Lui li pubblicava solo sulla sua pagina Fb”. (Continua a leggere dopo la foto)






La deputata racconta di essere venuta a conoscenza delle minacce quando “è stata allertata dalla Digos e da mia sorella. Le era arrivato un video intimidatorio riconducibile all’imputato”. La storia si stalking “Nasce agli inizi di giugno. – aveva confidato mesi fa al Corriere della Sera – Io non mi ero accorta di questa persona. Sono stata informata dagli inquirenti e, quasi contemporaneamente, anche i ragazzi che seguono i miei social mi hanno segnalato i post su Facebook di questo signore”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Io sono una persona che tende sempre a minimizzare i rischi connessi al lavoro che faccio. Sono sempre stata un po’ spavalda, – aveva confessato la Meloni – tant’è vero che c’è un’antica querelle tra me e Guido Crosetto su questo. Lui sostiene che dovrei avere la scorta come tutti i leader di partito e io gli spiego che non la chiederò mai perché sono molta gelosa della mia libertà e autonomia”.

Federica Fumagalli, chi è la ragazza che ha fatto perdere la testa a Luigi Berlusconi (e lo sposerà in estate)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it