Elezioni Roma, dopo mesi di polemiche il dietrofront di Berlusconi: scarica Bertolaso e punta tutto su un altro nome. Ecco chi sarà il nuovo candidato di Forza Italia. Elettori inferociti


 

Con Silvio Berlusconi regnante e palazzo Chigi, lui, il fido scudiero Guido Bertolaso godeva di poteri illimitati o quasi. Una sorta di dictator, una carica che i romani affidavano ad un uomo particolarmente meritevole per sei mesi soltanto quando la situazione era particolarmente drammatica ed occorreva agire in fretta. Dal G8, al terremoto de L’Aquila, fino alla piena del Tevere (passando per i presunti massaggi speciali), Bertolaso sembrava essere l’uomo della provvidenza e, per questo, Silvio Berlusconi come ultimo atto, aveva deciso di affidargli la Reconquista di Roma, dopo la “cattività mariniana”. Almeno così era fino a questa notte quando la voce che era nell’aria si è concretizzata e Bertolaso ha cessato di essere il il candidato a sindaco di Roma di Forza Italia…

(continua dopo la foto)



 

Il partito di Silvio Berlusconi ha deciso infatti di sostenere Alfio Marchini per il Campidoglio. E’ questo l’esito dell’incontro di questa notte a Palazzo Grazioli tra l’ex capo della Protezione Civile e il leader forzista. “Con il dottor Guido Bertolaso abbiamo deciso di sostenere e fare nostra la candidatura dell’ingegner Alfio Marchini – ha fatto sapere Berlusconi e riporta Repubblica – Non è una scelta nuova. Marchini era stato la nostra prima opzione, ed era caduta per i veti posti da un alleato della coalizione”. Come dire, non è successo niente, tutto come da programma.

 

(continua dopo la foto)


Ma la prime reazioni che portano la firma di Giorgia Meloni e del leader della Lega Matteo Salvini sono durissime: “Siamo contenti della semplificazione del quadro politico a Roma – ha detto la presidente di Fratelli d’Italia – Ora ci aspettiamo un’ulteriore semplificazione con la diretta e aperta convergenza di Alfio Marchini e di Forza Italia sul candidato del Pd e di Renzi, Roberto Giachetti”. Altrettanto sferzante il numero uno del Carroccio: “Renzi e Casini chiamano e Berlusconi risponde. Continua l’incredibile balletto di Fi che anche oggi cambia candidato. Ma – ha aggiunto Salvini – per quanto riguarda la Lega ora è tutto più chiaro e semplice: a Roma l’unica candidatura di centrodestra e contro ogni inciucio si chiama Giorgia Meloni sostenuta dalla Lega. Siamo sicuri che gli elettori di Forza Italia sapranno chi scegliere e chi salutare”.

 

(continua dopo la foto)


A rispondere, per Forza Italia, c’ha pensato Antonio Tajani: “E’ stato Bertolaso ad annunciare a Berlusconi la sua intenzione di rinunciare alla candidatura per far vincere il centrodestra a Roma con Alfio Marchini – ha detto ai microfoni di Radio Cusano Campus – L’abbiamo sempre detto che volevamo un protagonista della società civile e non un uomo di partito. Abbiamo scelto Marchini perché non è un pupazzo nelle mani dei partiti così come non lo è Bertolaso”. Una verità che convince poco, molto poco. Sic transit gloria mundi.