George Bush, morto l’ex presidente Usa: aveva 94 anni


È morto a 94 anni l’ex presidente degli Stati Uniti George H.W. Bush. Da anni soffriva del morbo di Parkinson ed era costretto su una sedia a rotelle. Lo scorso novembre era diventato il presidente americano più longevo della storia americana. Il portavoce della famiglia Bush, Jim McGrath, ha spiegato che l’ex presidente è deceduto poco dopo le 22 di venerdì. Lo scorso aprile, all’età di 92 anni, era scomparsa la moglie, Barbara Bush.

Annunciando la morte del padre, il figlio, George W. Bush, che è stato presidente dal 2001 al 2009, in una dichiarazione lo ha ricordato come “un uomo di altissimo carattere e il miglior papà che un figlio o una figlia possano avere”. Negli ultimi anni Bush senior era stato ricoverato più volte, riuscendo però a riprendersi. “Ha ispirato generazioni di americani” il ricordo del presidente americano Donald Trump. (Continua a leggere dopo la foto)




“Con giudizio, buon senso e impassibile leadership, Bush ha guidato la nostra nazione e il mondo verso una pacifica e vittoriosa fine della Guerra fredda – ha scritto Trump in una dichiarazione postata su Twitter – Il nostro cuore è dolorante per la sua perdita, e noi, con il popolo americano, mandiamo le nostre preghiere a tutta la famiglia Bush, mentre onoriamo la vita e l’eredità del 41 presidente”. Il tycoon ha anche reso omaggio alla “autenticità essenziale, all’intelligenza disarmante e all’impegno costante verso la fede, la famiglia e il Paese” dell’ex presidente, spiegando che “il suo esempio continuerà a ispirare gli americani a perseguire le cause più giuste”. (Continua a leggere dopo la foto)




“L’America ha perso un patriota e un umile servitore in George Herbert Walker Bush – ha scritto su Twitter l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama – I nostri cuori oggi sono pesanti, ma sono anche pieni di gratitudine. I nostri pensieri vanno a tutta la famiglia Bush e a tutti quelli che sono stati ispirati dall’esempio di George e Barbara”. Bill Clinton, che sconfisse George H.W. Bush nelle elezioni del 1992, ha reso omaggio alla “dignità innata e genuina” del suo ex rivale. (Continua a leggere dopo la foto)


 


“Sarò per sempre grato dell’amicizia che abbiamo creato”, ha detto Clinton che dal momento in cui lo incontrò rimase “colpito dalla sua innata e genuina dignità”. “Pochi americani – ha sottolineato Clinton – sono stati, o saranno mai, in grado di eguagliare il primato del servizio di Bush per l’America e la gioia che ne traeva”.

“Fammi una foto”. Bush, l’ex presidente degli Stati Uniti, non riesce a farsi un selfie e chiede una mano. A chi? Beh, la scenetta è tutta da ridere e il video ha fatto il giro del mondo. Da non credere