“Sono nata da uno stupro, non lo avevo mai detto a nessuno e chiedo scusa a mia mamma”. La confessione choc della politica lascia tutti di stucco: chi è


 

“Sono nata da una violenza carnale. È molto forte quello che sto dicendo, ed è la prima volta che lo rendo pubblico. Per questo chiedo scusa alla mia mamma se lo dico così”. 

Miriam Amato, consigliera comunale di Alternativa Libera, ex candidata a sindaco di Firenze del Movimento 5 stelle, ha raccontato la sua storia a Toscana Tv mentre commentava la notizia delle bambine dei due padri omosessuali battezzate a Roma e del fenomeno della violenza sulle donne.

(Continua a leggere dopo la foto)







”Conosco il dolore, conosco la sofferenza. Non lo dico per fare outing, o per diventare un caso umano: non sono la prima e non sarò l’ultima. Lo dico perché noi donne abbiamo la forza per affrontare questo; e lo dico anche per dimostrare che l’uomo e la donna, siccome sono in grado di generare un bambino, non garantiscono per questo di essere in grado di tirarlo su”.

”Ho visto anche il coraggio di una madre fortissima che ha avuto la forza di mettermi al mondo ugualmente, – ha rivelato all’agenzia Dire – con un marito magnifico che mi ha adottata. Ho visto una donna che ce l’ha fatta e mi ha insegnato a rfarlo”. La sua rivelazione, spiega, serve anche a sostenere l’approvazione del ddl Cirinnà su diritti civili e adozione dei figli: “Siamo secoli indietro, anche gli omosessuali hanno il diritto di adottare figli. Non è detto che l’orientamento sessuale incida sulla capacità di essere genitori. Io sono stata concepita da un uomo e una donna, ma sicuramente in un rapporto privo di qualsiasi forma di amore. Non è questo che ha reso mia mamma un’ottima mamma, ma l’amore che mi ha dato”.

“Drogata e abusata”: un’altra accusa di stupro contro Bill Cosby

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it