“Qual è la dimensione media del pene degli uomini?” La domanda che tormenta il sesso maschile (e anche quello femminile) ha trovato una risposta. E a darla è una vera intenditrice… Ecco le misure


 

Ci risiamo, l’eterno dibattito sulla lunghezza media del pene. Stavolta a dare qualche indicazione è una prostituta inglese 23enne che guadagna circa duemila euro a settimana. La ragazza ha rivelato le dimensioni medie dei suoi clienti e qualche altro dettaglio piccante del suo lavoro. “Una ragazza carina con una bella biancheria intima può far fortuna, ma spesso avere un enorme membro non è un vantaggio”, spiega raccontando l’aneddoto di un giovane con il complesso del pene troppo grande. “Quando poi è troppo piccolo è lungo meno di due pollici. Nella media quando si arriva a tre pollici”. Ossia 7,5 centimetri. Alla domanda sugli uomini con cui ha rapporti sessuali in media in una notte spiega che nel weekend può arrivare “a sette o nove clienti in sei ore. Si guadagna tanto senza considerare le tasse”. Poi continua…

(Continua a leggere dopo la foto)



“Ho iniziato perché ero giovane e bella e avevo avuto una buona educazione dai miei genitori e da scuole prestigiose, ma facevo tanto sesso. Ho iniziato su un sito web. Molti uomini si chiedono: “Il mio sarà normale?” La risposta a una delle più comuni preoccupazioni maschili, oltre alla dichiarazione della prostituta, arriva da uno studio pubblicato sul British Journal of Urology International: le dimensioni medie dell’organo genitale maschile sono di 9,16 cm “a riposo” e 13,12 cm in erezione.

(Continua a leggere dopo la foto)


Al di là delle facili ironie, la ricerca ha lo scopo di fornire dati scientifici precisi per placare le insicurezze degli uomini in materia, che possono dare origine a problemi psicologici seri. Per chiarire una volta per tutte quali siano i numeri di cui si parla, David Veale, psichiatra del South London and Maudsley NHS Foundation Trust, ha passato in rassegna con i colleghi 17 studi scientifici condotti su un totale di 15.521 uomini da tutto il mondo, con misurazioni effettuate dai clinici secondo procedure standardizzate. Uno dei problemi in questo campo è che molti studi si basano su autovalutazioni – spesso troppo “generose” – delle proprie dimensioni.

(Continua a leggere dopo la foto)


Dal vasto campione emerge che la lunghezza media del pene maschile è – come accennato – di 9,16 cm di lunghezza, e 9,13 di circonferenza, quando l’organo è flaccido, e 13,12 cm di lunghezza, per 11,66 di circonferenza, in erezione. Le eccezioni alla media sono piuttosto rare: solo 5 uomini su 100 hanno genitali più lunghi di 16 cm, e solo 5 su 100 hanno un pene più corto di 10 cm. La lunghezza considerata va dall’osso pubico alla punta del glande, ed esclude pieghe cutanee o centimetri di grasso.

 

 

“Ecco com’è vivere e amare con un pene (molto) piccolo”: i racconti dei meno dotati e (a sorpresa) quello che pensano le donne