Sesso, un libro svela le 69 bufale più diffuse


Aaron Carroll e Rachel Vreeman sono autori di un libroa pubblicato negli Stati Uniti: Don’t put that in there (“Non infilarlo lì”) dove distruggono 69 false credenze sul sesso grazie alla consultazione di centinaia di studi scientifici. L’Huffington Post ne ha selezionate venti. Qui di seguito eccone cinque. Per le altre cliccare qui.

1 – Non esiste nessuna correlazione tra la lunghezza dell’organo sessuale maschile e la lunghezza delle scarpe. O la grandezza dell’orecchio, la lunghezza del dito medio e di qualsiasi altra parte del corpo: inutile dunque cercare di indovinare le misure di un uomo guardando i suoi piedi, le sue mani o qualsiasi altro particolare anatomico

2 – Non è vero che un pene misura in media 18 cm. La media è variabile da paese a paese ma è sostanzialmente più vicina ai 12 cm.

3 – Gli uomini non preferiscono le bionde. Punto. E non esiste alcun fondamento scientifico al fatto che le donne bionde abbiano maggiore appetito sessuale, più amanti o più orgasmi.

4 – Il sesso non conta molto come esercizio fisico. È vero che un amplesso di 30 minuti consuma dalle 85 alle 150 calorie, ma basta ricordare la durata media di un uomo prima di arrivare all’orgasmo per comprendere come le calorie bruciate siano molte meno.

5 – Il luogo comune dice che gli uomini tradiscono più delle donne. Questo è vero soltanto in parte: se per tradimento si intende il rapporto sessuale, allora gli uomini sono maggiormente traditori. Se invece includiamo altri atti sessuali, allora le donne tradiscono nella stessa misura degli uomini: è ormai appurato statisticamente.

6 – Che i cadaveri degli uomini possano avere una erezione è una fandonia.

7 – Anche le donne possono avere orgasmi durante il sonno: capita al 40%

8 – Toccarsi lì non rende ciechi.

9 – La pillola non fa ingrassare perché il dosaggio ormonale contenuto nei moderni anticoncezionali è bassissimo: per arrivare a questa certezza sono stati necessari 49 differenti studi.

10 – Circolano molti consigli sulle posizioni o i momenti della giornata adatti per concepire un bambino o una bambina, ma tutta la faccenda è una bufala: non è possibile influenzare il genere del figlio che volete mettere al mondo.