Invasione enorme di coccinelle. L’allarme: “Perché sono pericolose, finestre chiuse”


Una vera e propria invasione di coccinelle infette provenienti da Asia e Nord America sta colpendo in queste settimane la Gran Bretagna. Una migrazione di massa, sulla spinta dei miti venti autunnali, alla ricerca di un posto dove svernare che sta mettendo a rischio la salute delle specie locali. Le coccinelle sono portatrici di una malattia potenzialmente letale per gli altri insetti. Enormi sciami sono stati avvistati nell'area di Manchester e in molti lamentano una vera e propria invasione di questi insetti nel proprie case.Gli esperti spiegano che, pur non essendo pericolose per l'uomo, queste coccinelle possono essere molto dannose per gli altri insetti. Sono infatti portatrici di un fungo che si trasmette per via sessuale, potenzialmente letale per le coccinelle autoctone. Gli esperti consigliano di tenere chiuse le finestre, in modo tale che gli insetti infetti non riescano a trovare le condizioni ideali per andare in letargo e proliferare. (Continua dopo la foto)


La storia di Harmonia axyridis chiamata volgarmente coccinella arlecchino è comune a quella di molti altri animali, le cui introduzioni in continenti diversi hanno determinato gravi problemi di coesistenza con le specie endemiche. La coccinella arlecchino sta creando enormi problemi nell’intero continente americano, in Africa e naturalmente nel vecchio continenteIn Italia la situazione è sottovalutata poiché la coccinella arlecchino si sta diffondendo in modo davvero preoccupante. (Continua dopo la foto)
ads


Le prime introduzioni furono fatte in pieno campo nel grossetano ma anche in serre del nord Italia poiché si pensava di aver trovato un vero killer di afidi. nel 2001 il Corriere della sera riportava la Notizia che il Comune di Cesano Maderno (Milano) regalava coccinelle in quantità alla popolazione per controlllare gli afidi di rose, orti e piccoli frutteti suburbani. Il successo dell’iniziativa fu poi replicato da altri comuni limitrofi, confermando che si stava attuando una propagazione massiccia di una specie aliena davvero minacciosa. (Continua dopo la foto)


 

Nel 2006 i primi ritrovamenti in natura nel torinese, nel 2008 in Friuli, Liguria, Emilia arrivando al confine della Toscana! Il resto è storia recente e drammatica: Harmonia axyridis si sta diffondendo in tutta l’Italia centro- settentrionale sino ad oltre 1500 m di altezza in Valtellina e Trentino; ma la sua espansione non ha ancora rallentato.

Ti potrebbe anche interessare: Allie Kali, 20mila euro per avere la lingua così: ”Faccio impazzire gli uomini”

ads