Che noia (e che schifo) i piccioni su balconi e finestre. Ora basta: ecco tutti i trucchi per cacciarli e non farli poggiare


 

Odiati da tutti, i piccioni molto spesso sono una vera e propria piaga, non solo per gli spiacevoli “regali” che sono abituati a lasciare su balconi, muri, o peggio ancora, su vestiti appena lavati, ma anche per le numerose malattie di cui sono portatori. Ecco dunque alcuni rimedi che possono essere messi in atto immediatamente per cacciare i piccioni dai balconi.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

1. Un primo suggerimento potrebbe essere quello di realizzare uno spaventapasseri, ricordando che i piccioni hanno paura degli uccelli predatori, come per esempio i falchi o le aquile. Ecco, quindi, che uno spaventapasseri ad hoc, che riproduca le sembianze di un rapace, può rivelarsi molto utile per dissuadere i piccioni dal poggiarsi sulla ringhiera del balcone. Anche i gufi sono nemici di questi uccelli e incutono timore soprattutto per il colore dorato dei loro occhi che brillano. Se si decide di dipingere degli occhi arancioni o gialli sulla porta finestra del balcone, è molto probabile che i piccioni, alla loro vista, facciano dietrofront.

2. Usa i dissuasori: possono essere fissati nei posti preferiti dai piccioni, ad esempio sui tetti. Si possono acquistare nelle ferramenta o nei negozi per giardini. Per fissarli, leggi le istruzioni incluse nella confezione. Per sicurezza e per il bene dell’animale, procurati quelli in materiale plastico e dalle punte arrotondate.

3. Puoi utilizzare degli oggetti che riflettono la luce. Anche se questo non è un metodo che funziona a lungo termine, provarci non costa nulla: si può usare della carta argentata, dei cd oppure palloncini in alluminio.

4. Oli essenziali: in vendita vi sono prodotti del tutto naturali che possano allontanare i piccioni rendendo l’ambiente da loro scelto (il nostro balcone) 

Ti potrebbe interessare anche: Non sopportate i piccioni? Ecco un modo sicuro per cacciarli