Che belle le stelle cadenti, tutti ad aspettarle con gli occhi al cielo. Ma arriva una scoperta “viscida”: ecco cosa c’è di orribile lì dentro


 

Avete mai alzato gli occhi al cielo e al cospetto di una spella cadente, espresso silenziosamente un desiderio? E se vi dicessimo che probabilmente avete chiesto la felicità in amore pregando una “cacca spaziale”? Ed ecco il tramonto del romanticismo servito su un astro d’argento. L’agenzia spaziale nord-americana infatti ha calcolato che ogni anno un astronauta produce a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (IIS) ben 81 kg di escrementi.

(continua dopo la foto)







Una quantità notevole che viene espulsa nello spazio e che una volta entrata in contatto con l’atmosfera, prende fuoco sembrando un oggetto luminoso. Per questo viene erroneamente confuso con una splendente stella cadente. Gli amanti dell’osservazione della volta celeste sono avvisati, adesso devono stare attenti a individuare le vere stelle cadenti e non confonderle con feci celesti.

Ti potrebbe anche interessare: Dalle feci all’aria fresca: dieci opere d’arte di grande valore che probabilmente non vorreste mai in casa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it