Spunta un lago dal nulla, nel deserto. È mistero


Svegliarsi e trovare un lago. Sembra un qualcosa di biblico, un regalo del Cielo alla terra, soprattutto se lo specchio d’acqua è apparso nel bel mezzo del deserto tunisino. La scoperta l’hanno fatta dei pastori che al principio saranno stati convinti di avere le allucinazioni per il caldo torrido. Due, però, sono le certezze. Anzi, una. Perché se gli abitanti della zona sono letteralmente eccitati per la possibilità di rinfrescarsi tuffandocisi dentro senza farsi troppe domande gli esperti non si riescono ancora a spiegare l’origine del fenomeno. Qualcuno ha ipotizzato che l’attività sismica abbia causato la risalita di acque sotterranee in superficie, ma c’è anche chi lancia l’allarme e invita a ignorare, almeno “fisicamente”, il nuovo specchio d’acquaato chiamato Lago di Gafsa, che è st. Il rischio che quest’acqua sia contaminata è molto alto: l’area contiene, infatti, grandi depositi di fosfati che potrebbero lasciare residui radioattivi. E la variazione della colorazione, da azzurro brillante a verde scuro, indica che l’oasi è stagnante, terreno fertile per malattie parassitarie. Ma a quelle latitudini le credenze sono un must e gli abitanti considerano il lago un dono sovrannaturale e, per stare al passo coi tempi, hanno creato una pagina facebook tutta dedicata al lago del mistero.








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it