Vent’anni fa cantava “Snow on the sahara”. Chi non ricorda della bellissima Anggun? Scomparsa dalle scene, ecco come ritroviamo la “babystar” degli anni ’90 che ha fatto impazzire il mondo intero

 

Era il 1997 quando in Italia usciva per la prima volta “Snow on the Sahara” credo ammirazione inimmaginabile per la bellissima e conturbante artista franco-indonesiana Anggun. A 20 anni di distanza da qull’esordio clamoroso, dopo un passato da star in patria e in Francia è la stessa cantante a ricordare con affetto quegli anni per lei così fortunati. “È successo tutto in maniera molto naturale, sono stata fortunata, anche perché ho avuto un enorme supporto da parte della mia famiglia”. A nove anni pubblicò il primo album e a 17 era una vera e propria star nel proprio Paese, ma quella condizione le stava ancora stretta e così da Giacarta si spostò a Parigi. In un’intervista a un giornale indonesiano ha spiegato, parlando della sua partenza: “Mio padre era contento, ma anche spaventato, mentre mia madre ancora non si è ripresa ed è ancora preoccupata anche se ormai ho più di 40 anni. Come è normale che sia, erano preoccupati, ma ovviamente se non impari come si vola sei destinato a cadere. Ero una bambina star in Indonesia e a quel tempi pensavo che avere soldi e successo in così giovane età non fosse proprio un bene, dovevo uscire dalla mia zona di conforto”. (Continua dopo la foto)


Scelse la Francia come destinazione e lì divenne una artista nota in tutto il mondo, esordendo con “La Neige au Sahara” (versione francese del suo successo più noto) e continuando fino ad oggi, che gira il mondo e le tv per ospitate e concerti. Intanto, però, è tornata anche nel suo Paese d’origine dove è stata giudice della versione locale di X Factor (diventando il giudice televisivo più pagato di sempre nel Paese) e Indonesia Got Talent, oltre a partecipare per la Francia all’Eurovision Song Contest nel 2012.

(Continua dopo le foto)

{loadposition intext}

Nella sua carriera ha collaborato e suonato con tantissimi artisti, da Peter Gabriel a Julio Iglesias, passando per Charles Aznavour e i nostri Zucchero e Piero Pelù, ha pubblicato 6 album, l’ultimo dei quali è “Toujours un ailleurs” del 2015. Fisicamente la bella Aggun non è cambiata quasi di una virgola e a distanza di vent’anni la troviamo più bella e raggiante che mai. Continua a girare per il mondo, a cantare e a divertirsi con amiche e amici in ogni parte del globo. E brava Anggun!

Ti potrebbe anche interessare:  “Ecco perché non la vogliamo tra noi”. Arriva l’indiscrezione su Arisa. Per la cantante lucana, spesso al centro delle polemiche per i suoi comportamenti fantozziani, l’ennesima botta

Pubblicato il alle ore 14:52 Ultima modifica il alle ore 16:13