Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
è morto Guido Carboniello

“Ci vediamo dall’altra parte”. Lutto nella musica italiana, il cantante aveva 41 anni

  • Musica

Lutto nella musica, è morto Guido Carboniello, lo storico leader degli Styles. Ed è grande rammarico per tutti i fan di J-Ax e non solo. Guido ‘Styles’ era infatti, per gli ammiratori del rapper milanese, uno di famiglia. Il 41enne era stato il suo chitarrista di lunga data che, sul palco, portava non solo un suono ma anche uno spettacolo. “Avrai sempre più stile. Ciao Guido, sei solo dall’altra parte della strada”, è con questa frase che la pagina Facebook ufficiale dei fan di J-Ax ha salutato il chitarrista.

Guido è morto per via del cancro che l’aveva colpito tempo fa. Anche se sembrava avere tutto sotto controllo, il male si è ripresentato e non gli ha dato scampo. Carboniello è morto all’inizio della settimana all’Hospice Il gelso – Fondazione Giuseppina Prina di Erba, cittadina della provincia di Como dove abitava. Con J-Ax stabilì un bel rapporto nel 2007, ovvero quando partecipò alla realizzazione del singolo + Stile. Periodo in cui, con gli Styles registrava l’album di debutto “You love the Styles” per la Sony, l’etichetta che li seguì dal 2007 al 2009. Seguì la sua grande passione per la musica sin da adolescente.

Leggi anche: “Finisce qui”. Terremoto nella musica italiana, il gruppo si separa

è morto Guido Carboniello


Lutto nella musica, è morto Guido Carboniello

Al Liceo Classico Alessandro Volta di Como si era messo in evidenza per la sua passione e la capacità di comporre cose proprie. Poi quel grande amore per il Brit pop di Blur e Oasis, poi per il punk rock. Iniziò a suonare la chitarra elettrica e quando incontra J-Ax, tutto cambia. In quel periodo Guido Carboniello ha già messo in piedi la sua band – nel 2005 – i The Styles, e ha raggiunto grandi traguardi.

è morto Guido Carboniello

Qualcuno ricorderà che riusciranno ad aprire il concerto di Iggy Pop, ma anche per i Babyshambles e i Dirty Pretty Things, e poi Graham Coxon, Eagles of Death Metal, The Fratellis e, anche Vasco Rossi. Costruisce uno studio di registrazione a Erba, punto di incontro non solo dell’amico J-Ax ma di tanti altri, come i Finley e Biagio Antonacci.

è morto Guido Carboniello

Guido canta in inglese, perché “Il rock in inglese suona meglio, ogni musica ha le sue radici. Se suonassimo tarantelle scriverei in italiano. E poi è internazionale, mi piace suonare all’estero. Per ora l’Italia ha esportato solo musica estremamente commerciale o estremamente alternativa, ma sarebbe bello poter cambiare un po’ la storia…”. Addio.

Leggi anche: “Arrestato dalla polizia”. Musica italiana sotto choc, il cantante è in carcere


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004