“Addio, non posso…”. Loretta Goggi, la decisione drastica e impensabile dopo l’esibizione in tv

Loretta Goggi, la decisione drastica dopo la pioggia di critiche. Sale sul palcoscenico dei Sat Music Awards non solo nelle vesti di ospite ma anche per esibirsi appieno per un’occasione decisamente speciale, quello che ha visto i festeggiamenti per il 40° anniversario dall’uscita del brano iconico, Maledetta Primavera. Eppure qualcosa non era stato messo in conto.

Ritira il premio e su quel palcoscenico decide di esibirsi nel suo brano rappresentativo. Loretta Goggi, dopo ben 40 anni dal debutto di Maledetta Primavera, non ha messo in conto che di fronte a quella esibizione, qualcuno avrebbe comunque trovato qualcosa da ridire.

Loretta Goggi esibizione Maledetta Primavera critiche addio social

Ma sta cantando in playback? Non solo Loretta, ma anche tanti altri cantanti dei Seat lo hanno usato, eppure per lei nessuno ‘sconto’. La cantante, dopo poco, è stata presa di mira e inondata di critiche. Come reagire? Ecco cosa ha fatto la cantante.


Loretta Goggi esibizione Maledetta Primavera critiche addio social

Addio social per Loretta Goggi. L’artista ha salutato tutti così: “Oggi, oltre alla gratitudine, vorrei parlarvi del rammarico che provo nel leggere commenti, anche sul mio sito ufficiale, di una cattiveria, un’arroganza , una gratuità indescrivibili, tali da costringere il mio staff a cancellarne alcuni e la cosa non mi piace, però l’educazione ha un limite e il mio sito non deve dare spazio a certi signori”.

Loretta Goggi esibizione Maledetta Primavera critiche addio social

“Censurare nemmeno è bello. L’unica cosa è prenderne le distanze. Non starò ad elencarvi gli insulti arrivati in occasione di una delle più grandi emozioni della mia carriera, un momento di cui avrei voluto godessimo insieme, nella comune gioia per un grande traguardo raggiunto e non certo per parlare di trucco”.

Loretta Goggi esibizione Maledetta Primavera critiche addio social

“Ho deciso di allontanarmi definitivamente da social e dai relativi insulti che oltre a ledere la libertà di chiunque su come desideri vestirsi, pettinarsi o truccarsi (e guardando bene le foto dei profili di chi li manda forse dovrebbe solo spolverare il suo specchio, sempre che ne abbia uno in casa, ma dubito), offendono il comune senso del buon gusto!”