Lutto nella musica italiana, addio all’autore delle canzoni più emozionanti di sempre

Quando mancano poco meno di due settimane all’inizio del Festival di Sanremo 2021, ecco che la musica perde un altro dei  suoi maestri indiscussi. Andrea Lo Vecchio, il musicista che ha scritto vere perle della musica leggere italiana come “Luci a San Siro”, resa immortale da Roberto Vecchioni, o “Help me” suonata dai Dik Dik, “E poi…” per Mina e “Rumore” per Raffaella Carrà è morto all’età di 78 anni.

Andrea Lo Vecchio, nato a Milano il 7 ottobre del 1942, che oltre ad essere compositore, era paroliere e produttore discografico, se ne è andato mentre si trovava a Roma. A dare la trista notizia  sono state le associazioni “Premio Augusto Daolio – Città di Sulmona” e “Nomadi Fans Club Un Giorno insieme” che hanno espresso il loro cordoglio “per l’improvvisa scomparsa del maestro Andrea Lo Vecchio”. (Continua a leggere dopo la foto)


Dopo la morte di Chick Corea, leggenda del jazz, morto all’età di 79 anni per una rara forma di cancro scoperta solo di recente, adesso il mondo della musica piange la scomparsa di un altro ‘numero uno’, da tutti riconosciuto come maestro esemplare dell’arte di mettere i suoni in armonia. Andrea Lo Vecchio ha scritto pagine indimenticabili della musica leggera italiana, come quando, dopo il ‘flop’ di “Ho perso il conto”, realizzata insieme a Roberto Vecchioni, ci riprovò subito dopo, dando vita ad un pezzo considerato un vero e proprio capolavoro. (Continua a leggere dopo la foto)

“Luci a San Siro”, la canzone che consacrerà Roberto Vecchioni e lo farà conoscere a tutti gli italiani, fu realizzata sulle stesse note di “Ho perso il conto”,  ma con un nuovo testo. E poi, nello stesso anno, ecco “Donna Felicità”, frutto sempre della medesima collaborazione tra il cantante e Andrea Lo Vecchio, e che verrà interpretata da “I nuovi angeli”. Nel 1970 ha partecipato al Festival di Sanremo con “L’Addio”. Lo stesso addio che oggi saranno sicuramente in tanti a tributargli. (Continua a leggere dopo la foto)

Oltre a tanti pezzi che hanno fatto la storia della musica del Festival, Andrea Lo Vecchio aveva pure composto la sigla di uno dei cartoni animati più amati tra quelli trasmessi in Italia. La colonna sonora di “Gundam”, serie tv anime, trasmessa in Italia negli anni è frutto del talento di Andrea, una persona speciale che  ci ha lasciato troppo in eredità per poterlo dimenticare.

 

“Un visionario”. Lutto nella musica, se ne va uno dei più grandi interpreti di sempre

Pubblicato il alle ore 15:16 Ultima modifica il alle ore 15:17