Lutto nello spettacolo italiano, il Covid porta via anche lui: “Se ne va un genio”


Se n’è andato il grande Ugo Tessitore, regista e storico collaboratore di Luca Ronconi. L’uomo è morto ieri a Roma stroncato dal Covid. Nato nella capitale 82 anni fa, aveva studiato musica all’Università della California a Berkeley. Al 1970 risale l’inizio della sua attività di assistente di Ronconi, del quale supervisionerà le regie, curandone nel tempo molte riprese. Particolarmente intenso fu il suo rapporto con il Rossini Opera Festival di Pesaro, dove tra il 1981 e il 2014 collaborò alla produzione di diversi allestimenti, fra cui La donna del lago, Il viaggio a Reims, La Cenerentola, Tancredi, Armida.

Nel settembre 2020 avrebbe dovuto curare la ripresa al Teatro della Scala proprio del Viaggio a Reims, lo spettacolo di Ronconi che aveva contribuito a creare a Pesaro nel 1984. Si ricordano anche le sue collaborazioni con Pier Luigi Pizzi, Francesca Zambello, Sandro Sequi. (Continua a leggere dopo la foto)






Grande appassionato di letteratura, si occupò della traduzione di testi di Vladimir Nabokov (Lolita: sceneggiatura, Bompiani 1997), L’occhio (Adelphi 1998) e, con Gianroberto Scarcia, La difesa di Luzin (Adelphi 2001). Attivo anche come docente, aveva insegnato tecniche di regia lirica al corso di specializzazione “Il teatro e la musica” di Prato. (Continua a leggere dopo la foto)









Ma non è l’unico lutto nel mondo dello spettacolo: è morto anche Giuseppe Rotunno. Aveva ricevuto l’Imago Honorary Award 2008 il 28 settembre 2008, in occasione del Gala eDIT al cinema CineStar Metropolis di Francoforte, in Germania. Tra i migliori nel suo campo, nel corso della sua vita ha dato luce ai film dei più grandi registi del cinema italiano. (Continua a leggere dopo la foto)

 


L’artista ha avuto una brillante carriera hollywoodiana, senza mai lasciarsi veramente alle spalle la sua amata Italia. Facendo dell’umiltà il suo punto forte, ha sempre saputo mettere il proprio genio al servizio di ogni persona. Stiamo parlando del direttore della fotografia Giuseppe Rotunno, morto a Roma, sua città natale, domenica 7 febbraio, all’età di 97 anni.

Ti potrebbe anche interessare: Lutto nel cinema, l’Italia perde uno dei più grandi maestri. Per tutti resta una leggenda

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it