Robert Redford, morto il figlio. Lutto gravissimo per il divo: “Abbiamo il cuore spezzato”


Un gravissimo lutto per Robert Redford: è morto il figlio. Ad annunciare la sua scomparsa è stata la moglie Kylie che ha pubblicato un messaggio su Twitter, ricordando il marito e il suo legame bellissimo con la famiglia: “Jamie è morto oggi – ha scritto – Abbiamo il cuore spezzato. Ha vissuto una vita bellissima, incisiva, ed è stato amato da molti. Ci mancherà profondamente. Come sua moglie da 32 anni, sono molto grata per i due figli spettacolari che abbiamo cresciuto insieme. Non so cosa avremmo fatto senza di loro negli ultimi due anni”.

James Redford aveva 58 anni ed è scomparso dopo aver combattuto per 2 anni una dura battaglia contro il cancro, come riporta il sito Di Lei. Sceneggiatore e attivista, era un grande sostenitore della San Francisco Firefighters Cancer Pevention Foundation. (Continua dopo la foto)






Dal famoso papà James Redford aveva ereditato non solo il fascino ma anche la voglia di battersi per cause umanitarie importanti. La passione per il cinema l’aveva portato ad occuparsi di temi importanti e alla fine degli anni Novanta aveva realizzato il documentario The Strangers, in cui raccontava la sua vita dopo due trapianti di fegato. Aveva poi fondato un istituto, il James Redford Institute for Transplant Awarness, per educare la popolazione sull’importanza di donare gli organi. (Continua dopo la foto)






Qualche tempo fa, insieme al padre, Redford junior aveva scritto per la NBC un articolo in cui criticava il comportamento di Donald Trump e il suo modo di affrontare l’emergenza sanitaria di coronavirus. “Non è riuscito ad agire in modo rapido e deciso, probabilmente pensando più ai suoi interessi e danneggiando tutti noi”, avevano scritto padre e figlio. (Continua dopo foto e post)



 


Per l’attore classe 1936 la perdita del figlio è l’ennesima tragedia, l’ennesimo doloroso lutto nella sua vita. Nel 1958 infatti l’attore aveva sposato Lola Van Wagenen e un anno dopo era nato il figlio Scott: è morto 2 mesi dopo, all’improvviso, per una sindrome letale infantile. Nel 1960 era diventato papà di Shaun e nel 1962 era arrivato il figlio James. La coppia aveva avuto anche un’altra figlia, Amy, nata nel 1970.

Tutti pazzi per i gemellini vip. Lui con la giacca, lei con la pelliccia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it