La cantante morta a 32 anni: da un anno lottava contro un maledetto tumore


Se ne è andata dopo aver trascorso l’ultimo anno a lottare con tutte le sue forze contro un maledetto melanoma che non le ha lasciato scampo. Azzurra Lorenzini, cantante e conduttrice pisana di soli 32 anni se ne è andata martedì mattina, 17 dicembre 2019, all’ospedale di Empoli. Al suo fianco c’era il marito Daniele Pelissero, che non l’ha mai lasciata sola.

I due erano una coppia nella vita ma anche nel lavoro. Condividevano la stessa passione per il mondo dello spettacolo e sul palco e alle feste diventavano una cosa da sola. Ad Azzurra “avevano diagnosticato un melanoma da circa un anno – spiega il marito e compagno di lavoro Daniele, come riporta Il Messaggero, che pubblica anche le foto – Le cure sembravano funzionare. Poi un giorno la Tac ha svelato numerose metastasi. E la situazione è precipitata”. (Continua dopo la foto)







Daniele e Azzurra avevano formato il loro duo musicale e a settembre 2014 la loro storia d’amore era stata coronata dal matrimonio. Da quel momento in poi, vivendo sempre a Pisa, la coppia era diventata protagonista di serate, eventi e spettacoli in piazza e per feste private. Poi, un anno fa, la scoperta della malattia e l’inizio del calvario per la cantante. (Continua dopo la foto)






“Avevamo sperato che le cure potessero riuscire a salvarla – ricorda ancora Daniele Pelissero a Il Messaggero – Purtroppo l’ultima Tac è stata devastante. Le metastasi erano esplose e nel giro di un mese se ne è andata”. Azzurra aveva anche aperto un profilo Facebook chiamato “Letto 23”, dove quasi tutti i giorni aggiornava i suoi amici sulle sue condizioni, sempre con un sorriso, sempre con una parola dolce per tutti. (Continua dopo foto e post)



 


Azzurra Lorenzini era ricoverata alle Scotte di Siena e la situazione sembrava in via di miglioramento. “Sto bene!! Perché un sorriso e Dio abbattono tutto!”, aveva scritto il 13 dicembre. Ma poi improvvisamente la situazione è precipitata e martedì mattina Azzurra ha perso la sua battaglia. I funerali si terranno giovedì, 19 dicembre, alle ore 15 presso la Basilica di San Piero a Grado.

Esplosione sul lavoro: almeno 14 morti, feriti e dispersi. Ricerche in corso

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it