“Un fiore”. La figlia di Paul Walker è cresciuta: ecco la bellissima Meadow


 

La giovane Meadow, figlia di Paul Walker, il protagonista di ”Fast and furious” morto in un incidente stradale nel 2013, è diventata una donna bellissima. Nata dalla relazione tra l’attore e l’ex fidanzata Rebecca Soteros, Meadow è cresciuta e ha compiuto 20 anni. Sono lontani i tempi in cui era una ragazzina sperduta, rimasta orfana dell’adorato padre. Il dolore legato alla sua perdita è ancora vivo, ma Meadow ha dovuto dimostrare di essere in grado di far fronte a quella tragedia e oggi è un’apprezzatissima modella. La bellezza l’ha presa proprio dal papà scomparso prematuramente, considerato uno degli attori più belli di Hollywood. “Meadow è in uno spazio meraviglioso: non la lasciamo sola, lei pensa agli studi e a passare il tempo libero con gli amici, ma sa che può contare su di noi”, aveva raccontato qualche anno fa l’attore Tyrese Gibson, collega e amico di Walker. I protagonisti della saga, infatti, in questi anni non hanno mai lasciato sola la figlia di Paul e sui social la ragazza è spesso comparsa in loro compagnia. (Continua a leggere dopo la foto)



Meadow è l’unica figlia di Paul Walker. È nata il 4 novembre del 1998 dalla relazione tra l’attore e Rebecca Soteros. Poco dopo la sua nascita, i due genitori hanno deciso di lasciarsi. Paul è tornato a vivere a Los Angeles mentre l’ex compagna e la figlia sono rimaste alle Hawaii. Quando aveva 13 anni, Meadow chiese e ottenne di potersi trasferire dal padre in California. Ha vissuto insieme a lui fino al giorno della sua morte. La causa alla Porsche – Meadow ha sempre sostenuto che anche Porsche dovesse assumersi le sue responsabilità e così, due anni fa, ha intentato una seconda causa contro la casa automobilistica perché riconoscesse i difetti della vettura. Causa vinta nel 2017. Alla guida della macchina c’era Roger Rhodas dalla cui famiglia Meadow ha già incassato 10,1 milioni di dollari di risarcimento. (Continua a leggere dopo la foto)


L’11 agosto sull’emittente americana Paramount Network, verrà presentato il documentario ”I Am Paul Walker”, che racconta alcuni lati inediti dell’attore californiano scomparso nel 2013 a soli quarant’anni. Un incidente mortale a bordo di una Porsche Carrera GT fra le strade di Santa Clarita, pochi minuti dopo aver presenziato a un evento benefico per raccogliere fondi destinati alle vittime del tifone Yolanda, nelle Filippine. “La vita di Paul Walker è stata pienamente vissuta e la sua eredità di gentilezza e compassione continua a ispirare gli altri” è la didascalia su YouTube che annuncia le prime immagini del documentario, ricco di testimonianze toccanti e immagini inedite. (Continua a leggere dopo la foto)


 


“Paul? Da piccolo amava andare veloce”. A dirlo con gli occhi lucidi è Ashlie, sorella dell’attore californiano, mentre scorrono le immagini della loro infanzia felice. Ma la prima immagine che si vede è quella di un sorridente Paul Walker a 13 anni nel 1986, mentre a raccontare lati meno conosciuti dell’attore ecco ancora il fratello Cody, l’attore Tyrese Gibson e il regista Rob Cohen tra gli altri. “I Am Paul Walker”, prodotto da Network Entertainment, esplora il privato di Walker in parallelo con la sua carriera cinematografica. Racconta i suoi film di successo, l’amore per la figlia Meadow e la famiglia, la passione per il surf e per le corse automobilistiche, l’interesse per la biologia marina e per gli squali e l’impegno nel sociale attraverso la sua ong, “Reach Out Worldwide”.

C’è posta per te: Francesco e Antonella. Che fine ha fatto l’indimenticabile coppia