“La morte insopportabile”. Il dolore è infinito. La bellissima showgirl scrive alla figlia volata in cielo troppo presto. Una foto bellissima in cui la vita sorrideva ancora: “Sei la mia unica ragione di vita”


 

Un dolore straziante che nessuna madre potrebbe mai dimenticare. La morte di un figlio è una fitta che segue per tutta la vita. Il 21 marzo è una data importante, è l’inizio della primavera ma è anche il giorno in cui è nata 4 anni fa la figlioletta che Claudia Galanti ha avuto dall’ex marito Arnaud Mimran. La piccola è morta a soli 9 mesi a causa di un batterio: un destino terribile. Proprio nel giorno della sua nascita la madre ha voluto ricordare Indila Carolina in un lungo post su Instagram che accompagna una bellissima foto che ritrae mamma e figlia insieme, in un momento in cui la vita sembrava potere solo sorridere. “Questa foto – scrive Claudia – la guardo spesso, piccola Indila, e anche se non si capisce molto, per me vuol dire tanto. Era il 21 marzo di 4 anni fa, esattamente il giorno in cui sei nata. Questa foto raccoglie tutto l’amore che abbiamo provato e proveremo per te, per sempre. Ti scrivo perché, anche se la vita ha cercato di separarci, non ci è riuscita e non ci riuscirà mai. Se sono qui è perché non mi sono mai arresa, e non mi arrenderò mai, all’idea che tu sia andata via per sempre”. (continua dopo la foto)



Il messaggio della showgirl che da tempo si è trasferita in Francia prosegue con parole strazianti: “Non posso abbracciati e non posso stringerti, ma posso parlarti, posso guardare ancora il tuo sorriso e i tuoi occhioni grandi. I nostri pochi ricordi mi danno forza e alleviano la mia sofferenza, mi lasciano sognare che un giorno potremo sorriderci dieci, cento e mille altre volte ancora…”. Un sentimento doloroso che non cela una speranza: “Non può essere finita così, non puoi essertene andata via per sempre e non puoi essertene andata senza pensare di aspettarmi con i tuoi amici angeli. Cara figlia mia, anche ora che non sei più qui sei la mia unica ragione di vita: non devo piangere, non devo abbattermi. Devo pensare che andrà tutto bene perché è solo così che, guardandomi, potrai essere orgogliosa della mamma che hai e dei tuoi fratellini Tal e Liam. A loro manchi davvero tanto. Buon compleanno, piccola mia. Mi auguro un cielo pieno di palloncini e angeli accanto a te”. (continua dopo le foto)


 


  

Questa foto la guardo spesso piccola Indila anche se non si capisce molto per me vol dire tanto é di un 21 marzo di 4 anni fa esattamente il giorno in qui sei nata… raccoglie tutto il amore che abbiamo avuto e avremmo per te per sempre… Se sono qui a scriverti è perché anche se la vita ha tentato di separarci non ci è riuscita e non ci riuscirà mai. Se sono qui è perché non mi sono mai arresa e non mi arrenderò all’idea che tu sei andata via per sempre. Non posso abbracciarti e non posso stringerti ma posso parlarti, posso guardare ancora il tuo sorriso e i tuoi occhioni grandi: i nostri pochi ricordi mi danno forza, alleviano la mia sofferenza, mi lasciano sognare che un giorno potremo sorriderci dieci, cento e mille volte ancora. Sarà una festa, nella luce, rideremo tutti come abbiamo sempre fatto, torneremo ad essere davvero felici e i nostri abbracci saranno eterni. Io non so quando succederà e certe volte temo che non avverrà mai ma poi mi faccio coraggio perché la speranza è l’unica a tenermi qui, a darmi la spinta per non cadere giù e guardare avanti: devo crederci, voglio crederci e posso farlo, figlia mia … Non può essere finita così, non puoi essertene andata via per sempre e non puoi avermi lasciata senza pensare di aspettarmi coi tuoi amici angeli. Cara figlia mia, anche ora che non sei più qui sei la mia unica ragione di vita: non devo piangere, non devo abbattermi, devo pensare che tutto andrà bene perché è solo così che guardandomi tu potrai essere fiera e orgogliosa della mamma che hai te e i tuoi fratellini Liam a e Tal al quelli manchi tanto ma tanto … Buon compleanno piccola mia ❤ mi auguro un cielo pieno di palloncini e angeli accanto a te … #indilacarolina #21marzo

Un post condiviso da Claudia Galanti (@claudiagalantireal) in data:

 


Indila era la terza figlia nata dal matrimonio tra Claudia Galanti e Arnaud Mimran. Morì a 9 mesi il 3 dicembre del 2014. La piccola perse la vita nel sonno, apparentemente per soffocamento. Fu la madre, devastata, a chiarire qualche mese dopo che la sua bambina era stata uccisa da un batterio. Quel giorno Claudia non c’era. Si era separata da Arnaud pochi mesi dopo la nascita della bambina e, in quel momento, era in viaggio insieme a un’amica. I bambini, invece, si trovavano in Francia insieme al padre. La tragedia vissuta ha riavvicinato Claudia e Arnaud. Di recente la showgirl è tornata in Francia, di nuovo vicino al padre dei suoi figli. L’uomo, durante questi anni bui, ha dovuto attraversare una serie di fallimenti finanziari che lo hanno perfino portato dietro le sbarre. A stargli vicina, per un periodo, fu Tamara Pisnoli, ex moglie di Daniele De Rossi. In seguito, la loro storia è finita e Arnaud è tornato ad avvicinarsi a Claudia, non si sa ancora bene in che termini. A legarli sono i loro bambini e il ricordo nostalgico di quell’angelo che ha attraversato come un lampo le loro vite.

Ti potrebbe interessare anche: “Mia madre…”. Belen Rodriguez, il mistero di Gustavo. Da mesi non si hanno più notizie del padre della showgirl: nessun indizio social e tanta preoccupazione. E Belu, a chi le chiede di lui, risponde così. Cosa sta succedendo al famoso clan argentino