Christian De Sica, 64 anni e ormai li senti tutti. L’attore esce allo scoperto e confessa: “Ecco cosa sono costretto a fare per vivere…”


 

Christian De Sica si lamenta della sua vita: ha compiuto 64 anni e si lagna della sua professione d’attore. Perché? Perché non ha più una vita privata e si deve nascondere per non essere beccato in giro dai paparazzi o dai fan. Lo racconta in un’intervista raccolta per il settimanale Grazia da Catherine Spaak: “Un po’ ci gioco: sempre meglio averne 34 che 64, dico. La verità è che non mi piace invecchiare; le forze diminuiscono, i ruoli cambiano, ci sono meno opportunità. In altre nazioni gli attori che invecchiano diventano idoli, da noi sono dimenticati”.

 

(Continua dopo la foto)



E, poi, ci sono i rimpianti per gli anni passati: “Ho nostalgia di quando avevo meno lavoro e meno soldi. Mi divertivo molto di più, andavo in vacanza e viaggiavo. Invece, adesso mi ritrovo in un turbine e la mia vita privata non esiste più. Impossibile fare una passeggiata, devo nascondermi sotto un cappello e guardare per terra, correre per evitare i telefonini per i selfie. Ho nostalgia di quando le cose andavano peggio”.

(Continua dopo la foto)


Essere un personaggio famoso, del resto, ha i suoi pro e i suoi contro. Ma non è solo l’essere ‘invisibile’ a mancargli, è proprio l’aria che si respirava negli anni in cui lui era giovane: Quindi un pensiero per il padre, il grande Vittorio De Sica: “Oggi sarebbe basito. Era nato nel 1901. Era intelligente e di mentalità aperta, ma teneva molto alla disciplina, all’ordine e al rigore di noi figli. Sarebbe sorpreso nel constatare quanto poco rispetto ci sia nei nostri modi e comportamenti. Mio padre era un vero gentiluomo. Tutto è peggiorato: la moda, il cinema, i rapporti. L’unica cosa che mi piace di oggi sono i giovani. Sono senza sovrastrutture, più leali, più candidi”.

Ti potrebbe interessare anche: Christian De Sica non perde il ‘vizio’: “Sono pronto a tutto pur di rifarlo!”. E a chi lo critica…